Friggitelli o friarelli fritti in padella

I Friggitelli o friarelli sono peperoni dolci allungati tipici del Meridione (Abruzzo, Campania e Puglia). Il nome arriva dal dialetto e si capisce al volo che la cottura più comune è quella in frittura. Introdotti in antichità dai monaci cistercensi in Campania sono un alimento diffuso e amato. Si cucinano interi o eliminando i semini interni, anche accompagnati dal pomodoro o da patate a pasta gialla . Per conservarli anche in Inverno invece fateli bollire quattro o cinque minuti in 750 ml di aceto di vino bianco (allungato con acqua se li volete più delicati) assieme a un cucchiaino di sale, tre foglie di alloro e pepe nero in grani. Metteteli un po’ compressi in vasetti precedentemente sterilizzati e ricoprite con l’aceto di cottura.

Ingredienti per due: 10-12 friggitelli, olio evo, uno spicchio di aglio, peperoncino, sale

Lavare i peperoncini e asciugarli. In una padella antiaderente capiente far soffriggere l’aglio con il peperoncino in olio evo (due/tre cucchiai). Aggiungere i friggitelli e far cuocere girando spesso per una decina abbondante di minuti. Vedrete che si coloreranno di bruno e diventeranno morbidi. Salate e servite come antipasto o di accompagnamento ad un aperitivo.

Pubblicato da cookinprogress

Il mio nome è Monica e mi piace cucinare, autodidatta istintuale. Ci si prova senza prendersi troppo sul serio...

Enjoy this blog? Please spread the word :)