Crea sito

Gulasch di manzo con patate, ricetta infallibile

Gulasch di manzo, un’altra mia passione. Non chiamatelo spezzatino perchè è molto riduttivo. E’ qualcosa d’altro. Piatto di origini umilissime ed antiche, è grazie ai mandriani ungheresi che è arrivato sino a noi. Infatti in tempo di transumanza i mandriani cucinavano questa zuppa a base di cipolla e carne bovina che poi facevano essiccare al sole. In questo modo era più facilmente trasportabile in contenitori di pelle. Durante i lunghi viaggi, i mandriani, allungavano il gulasch, questa zuppa di manzo, in acqua riscaldandola sul fuoco. La paprika è un ingrediente imprescindibile del gulasch. Dà colore, profumo, gusto. Servito con le patate, con la polenta, con del Purè. Piatto unico caldo e avvolgente, cibo di conforto per i mandriani magiari come per noi oggi. Vi presento il mio gulasch.

Ingredienti per 6 persone: Cipolle dorate 600gr, 1,2 kg manzo tagliato a dadi piuttosto grandi, 3 bicchieri brodo, concentrato di pomodoro 1 cucchiaio colmo, 2 spicchi di aglio tritati, 3 patate, 1 cucchiaio di cumino, paprika abbondante, sale qb, burro e olio evo

In una casseruola far appassire le cipolle tagliate finemente in poco burro e olio evo. Occorreranno circa 15 minuti a fiamma dolce.

Una volta stufate le cipolle saranno lucide e bianco burro, mettetele via per dopo

Nel solito tegame fate scaldare un cucchiaio di olio evo e unite la carne a pezzi, fatela rosolare per qualche minuto e poi bagnatela con il brodo.

Sciogliete nel brodo il concentrato di pomodoro, unite le cipolle stufate, l’aglio tritato, la paprika, il cumino. Coprite con il coperchio e cuocete a fuoco dolcissimo per 1 h e 15 circa. A questo punto unite le patate che avrete sbucciato e tagliato in quattro. Fate cuocere altri 30′.

Aggiungete brodo se dovesse asciugare troppo. Dovrà restare una “zuppa” di carne, quindi con molto liquido.

Aggiustare di sale prima si spegnere. Da servire molto caldo, il Gulasch è un piatto unico e completo.

Pubblicato da cookinprogress

Il mio nome è Monica e mi piace cucinare, autodidatta istintuale. Ci si prova senza prendersi troppo sul serio...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Enjoy this blog? Please spread the word :)