Crea sito

La frittata semplice di spinaci, ricetta e passaggi

La Frittata di spinaci è una ricetta semplice e “di casa”, difficile trovarla proposta in un ristorante, almeno che non si trovi tra i finger food, oppure servita di accompagnamento ad un aperitivo. Frittata è anche uguale a comfort-food, si può preparare con quasi tutto o anche solo di uova e formaggio, senza nient’altro. E’ sempre un conforto poterci contare su. Quando il nostro vicino di casa Paolo ci ha regalato quattro uova freschissime, io non ci ho pensato su neanche un minuto: -Carlo- stasera frittata! Infatti avevo appena lavato e lessato degli spinaci e così il piatto era bell’è servito.

Per una frittata per due persone servono: 4 uova, 1 palla di spinaci lessati, ( 500 gr freschi)- 3 cucchiai di formaggio tra parmigiano e pecorino, 1 pizzico di noce moscata, sale, una noce di burro e del pangrattato (idea presa in prestito dall’amica Frà)

Lavare accuratamente gli spinaci sciacquandoli più volte. In una pentola che li possa contenere aggiungere 2 bicchieri di acqua a temperatura ambiente e le foglie di spinaci. Mettere il coperchio e cuocere a fiamma bassa. Dopo circa 10 minuti gli spinaci saranno pronti per essere scolati. Aspettate che si freddino e poi strizzateli bene, dovranno perdere l’acqua della cottura. Formate una palla e lasciatela a parte. In una ciotola sbattete le 4 uova, salate e aggiungete la noce moscata, unite gli spinaci tritati, e poi il formaggio grattugiato.

Mescolate bene fino ad amalgamare il tutto. A questo punto prendete una padella anti aderente, scaldatela sul fuoco facendovi sciogliere una noce di burro, spolverate con pangrattato e poi versate la frittata. Mi raccomando la fiamma dovrà essere bassa, altrimenti bruciate la frittata esternamente e non la cuocete internamente. Spolverate con pangrattato la superficie. Coprite con coperchio e attendete 10/12 minuti circa. Quando la superficie inizia a rapprendersi girate la frittata con l’aiuto del coperchio. Fate cuocere altri 10/12 minuti.

Servite la frittata calda su un piatto da portata, sporzionate e servitela. Io l’ho accompagnata con un’insalata di finocchio e aceto balsamico bianco. Cena #veg

P.s. la frittata è una delle poche pietanze che è buona sia calda che fredda, se avanza è buona anche il giorno dopo, magari in un panino strusciato con pomodoro maturo e olio evo.

Pubblicato da cookinprogress

Il mio nome è Monica e mi piace cucinare, autodidatta istintuale. Ci si prova senza prendersi troppo sul serio...

Enjoy this blog? Please spread the word :)