Crea sito

Risotto al radicchio rosa di Verona e salsiccia

Risotto al radicchio rosa e salsiccia. Quando ho visto sullo scaffale il radicchio rosa ho pensato”bellissimo…lo devo assolutamente acquistare!” , spiegate a Carlo quanto io sia economica come compagna di vita??? A parte questa mia riflessione, è veramente un radicchio molto bello, pari ad un fiore e la tonalità del rosa è stupenda.

Ho pensato di consumarne parte in un risotto, essendo molto delicato al gusto ho dato un pò di spinta unendo un pò di salsiccia prodotta da Sandri in provincia di Pisa. Trovo sia un buon insaccato, molto versatile sia in cottura che a crudo. Vi lascio la ricetta se vi va di provarla.

Ingredienti per 2 persone: 200gr di riso Carnaroli, 6 foglie di radicchio rosa (ho usato le esterne), mezza salsiccia, 1lt di brodo, 1 scalogno, 1/2 bicchiere di vino bianco, olio evo, sale, parmigiano reggiano per la mantecatura 2 cucchiai .

Scaldare il brodo. Pulire e tritare lo scalogno

In una pentola far imbiondire lo scalogno tritato con olio evo, aggiungere il riso e farlo tostare poi sfumare con il vino.

Aggiungere man mano del brodo caldo e portare a cottura, dopo circa 10 minuti aggiungere la salsiccia sgranata

Far cuocere a fiamma dolce e poco prima di spegnere la fiamma aggiungere il radicchio rosa tagliato finemente. Salare.

Terminare la cottura (18minuti) , togliere dal fuoco e aggiungere il parmigiano grattugiato mantecando il risotto.

Servire ben caldo e fumante, Buon appetito.

DA SAPERE:. Il radicchio rosa è indicato nelle diete perchè contiene il 90 percento di acqua ed è molto ricco di sali minerali, come potassio, magnesio, fosforo, calcio, zinco, sodio, ferro, rame e manganese, e di vitamine, soprattutto del gruppo B, E e K. Inoltre, è un alleato dell’intestino, perché ti garantisce un buon apporto di fibre. Queste caratteristiche lo rendono anche una verdura ideale se hai bisogno di depurarti, eliminando un po’ di tossine, ma anche facendo riposare il tuo fegato. È, tra l’altro, una buona fonte di ferro e di antiossidanti, grazie alla presenza di vitamina C, carotenoidi e antociani (da cui dipende anche il caratteristico colore rosa). E se ti resta ancora qualche dubbio, ricordati che non contiene colesterolo.

Pubblicato da cookinprogress

Il mio nome è Monica e mi piace cucinare, autodidatta istintuale. Ci si prova senza prendersi troppo sul serio...

Enjoy this blog? Please spread the word :)