Crea sito

Umido di seppie in bianco con patate

L’umido di seppie è un piatto molto conosciuto, si può cucinare accompagnato da pisellini, bietole, e forse sono le ricette più conosciute. Non avendo a disposizione nè pisellini, nè bietole, ho optato per le patate, che invece non mancano mai in casa, e non ne sono per niente pentita. La ricetta base per cucinare un umido di pesce è sempre la solita, è un “basic” appunto, possono cambiare le spezie o gli aromi aggiunti, possono avere pomodoro, un pò di colore grazie al concentrato, o essere preparazioni “in bianco”. Con le seppie mi piace il profumo della salvia, il prezzemolo poi, sta bene con tutto. Avendo a disposizione delle belle seppie pescate da poco, ho pensato di cucinarle così. Vi suggerisco di lasciarle chiuse in un sacchetto in congelatore per una mezz’ora prima di pulirle, si puliranno più facilmente.

Ingredienti per 2 persone: 2 scalogni piccoli, 1 ciuffo prezzemolo, 1 foglia salvia, q.b. olio evo, 4 seppie grandi o 6 medie pulite, 3 patate, 1 bicchiere vino bianco, q.b. acqua, 1 cucchiaino concentrato di pomodoro, sale.

Pulite gli scalogni e tritateli , sistemate il trito in una padella dal bordo alto o in una casseruola, aggiungete la salvia , l’olio evo. Io ho aggiunto anche del peperoncino ma è un’aggiunta a discrezione di chi cucina. Fate rosolare a fiamma dolce.

Dopo aver pulito le seppie tagliatele a tocchi non troppo piccoli, sciacquatele bene, unitele al soffritto. Mescolate e lasciate insaporire con coperchio per 15 minuti.

A questo punto ho aggiunto le patate sbucciate e tagliate a tocchi, il vino ed il concentrato di pomodoro, ho messo il coperchio ed ho proseguito la cottura a fiamma dolce per 35-40 minuti.

Se asciugasse potete aggiungete acqua tiepida.

A fine cottura, 10 minuti prima di spegnere, salate ed unite del prezzemolo tritato. Servite ben calde

Io le ho accompagnate con Perbruno 2016, un syrah in purezza de I Giusti & Zanza Vigneti, Buon Appetito!

Pubblicato da cookinprogress

Il mio nome è Monica e mi piace cucinare, autodidatta istintuale. Ci si prova senza prendersi troppo sul serio...

Enjoy this blog? Please spread the word :)