Curabiè, i biscotti alle mandorle di origine greca

I Curabiè sono biscotti alle mandorle di origine greca (ma con il nome che deriva dal turco), a forma di mezzaluna. Molto simili ai chifeletti triestini che sono fatti con un impasto di patate, uova, burro e farina e vengono fritti. Questi biscottini è un esempio di come la cucina sia impregnata di influenze culturali e storiche che si intrecciano tra loro e così, un piccolo biscotto ormai diventato Triestino può ricordarci un passato ricco di storia. Sono semplicissimi da fare e veloci nella cottura, non hanno tanti ingredienti e …uno tira l’altro…fidatevi!

  • Preparazione: 15 Minuti
  • Cottura: 20 Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 4 persone
  • Costo: Economico

Ingredienti

  • 300 g Farina 00
  • 1 cucchiaino Lievito in polvere per dolci
  • 200 g Burro (a temperatura ambiente)
  • 100 g Zucchero
  • 100 g Granella di mandorle
  • 1 cucchiaio Cognac
  • 1 pizzico Sale
  • q.b. Zucchero a velo

Preparazione

  1. Ammorbidire il burro a temperatura ambiente, (io l’ho passato qualche secondo al microonde). Versare in una boule la farina, fate un buco centrale e aggiungete il burro, lo zucchero, il sale, il cognac, le mandorle. Impastate il tutto lavorando bene il composto che dovrà risultare ben amalgamato.

  2. Ricavate dei bastoncini lunghi circa 10cm e larghi 2 e dategli la forma di una mezzaluna. Ricoprite la placca con carta da forno, sistemate i Curabiè e lasciateli riposare per circa 30 minuti. Poi infornateli a 180° per 20 minuti.

  3. A cottura ultimata spolverizzate con zucchero a velo e lasciateli raffreddare. Serviteli a fine pasto con caffè, vin santo o passito, o a merenda con del buon thè.

Note

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da cookinprogress

Il mio nome è Monica e mi piace cucinare, autodidatta istintuale. Ci si prova senza prendersi troppo sul serio...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Enjoy this blog? Please spread the word :)