Crea sito

Polpo in insalata (due versioni)

Polpo, si dice Polpo. Che in massese vuol dire, appunto, duro, come il polpo che bisogna battere o passare in congelatore per sfibrarlo e renderlo più morbido in cottura. E’ facile che si peschino in mare, non lontano dalla Costa. E’ buon uso cucinarlo ad insalata con patate e olive, olio buono e prezzemolo. Una ricetta semplice e veloce. La parte più “complicata” è la cottura perchè spesso il polpo resta poco tenero e fa l’effetto chewingum. L’ho imparato a cucinare e gustare quando lavoravo in cucina per la Mirca, ne cuoceva anche quattro o cinque per volta ogni giorno e dovendo seguire la cottura ho preso i tempi…

  • Preparazione: Minuti
  • Cottura: Minuti
  • Porzioni:

Preparazione

  1. Personalmente il polpo lo cucino così: lo prendo ancora congelato dal freezer, riempio una pentola a bordo alto di acqua fredda, lo immergo in modo che sia tutto coperto di acqua, metto la pentola sul fuoco aspettando che l’acqua bolla.  Dal momento del bollore, abbasso la fiamma e lascio cuocere per circa 45-60 minuti, a seconda della pezzatura, poi spengo il fuoco e lascio raffreddare il polpo nella sua acqua di cottura.

    A parte lesso delle patate con la buccia, poi una volta cotte e raffreddate le sbuccio e taglio a tocchi non troppo piccoli, aggiungo olio, prezzemolo tritato e olive taggiasche, con l’aglio passo l’insalatiera strusciando lo spicchio sulle  pareti, resta il profumo ma è più digeribile. olio di quello buono e poco sale. L’insalata è pronta!

  2. Provate a spolverare l’insalata con l’origano, (ma quello buono), in questa versione non aggiungo prezzemolo o aglio, val la pena provarla.

Note

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da cookinprogress

Il mio nome è Monica e mi piace cucinare, autodidatta istintuale. Ci si prova senza prendersi troppo sul serio...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Enjoy this blog? Please spread the word :)