Crea sito

Sciuè Sciuè gli Spaghetti al pesto di Pantelleria

Sciuè, Sciuè, veloci, saporiti, estivi, buoni, gli spaghetti con il pesto pantesco. In questi giorni di ferie sto rileggendo un libro di cucina Siciliana, con delle bellissime foto, che ho comprato da Giunti a Trapani.  Ogni ricetta meriterebbe una mis en place perchè questa cucina a me piace tantissimo, con tante verdure e le influenze arabe degli ingredienti. Anche i dolci meriterebbero un capitolo a sè.

Il pesto Pantesco è davvero semplice semplice e con i pomodori maturi di Agosto è una cannonata, provatelo anche voi, si prepara prima in modo che s’insaporisca bene e  si lascia in frigo fino all’utilizzo. Se non possiamo “scendere” a Pantelleria possiamo gustarne alcuni sapori!

  • Preparazione: 10 Minuti
  • Cottura: Minuti
  • Difficoltà: Molto facile
  • Porzioni: 2 porzioni
  • Costo: Basso

Ingredienti

  • 400 g pomodori maturi
  • 1 cucchiaio capperi di Pantelleria (sotto sale)
  • 1 cucchiaio Mandorle pelate
  • 1/2 spicchio Aglio
  • 1 mazzetto Basilico
  • 1 mazzetto Prezzemolo
  • 1/2 bicchiere Olio extravergine d'oliva
  • 1 Peperoncino (rosso)
  • q.b. Sale

Preparazione

  1. Prendete gli ingredienti sciacquate prezzemolo, basilico e pomodori.

  2. Sbollentate i pomodori in acqua bollente per 5 minuti

  3. spellarli e privarli dei semi, lasciarli a perdere l’acqua in un colino

  4. radunare in un mortaio o nella tazza del mixer (come ho fatto io non me ne vogliate…) le erbe aromatiche, le mandorle, l’aglio ed un pò di olio.

  5. Schiacciate la polpa di pomodoro con una forchetta unitela al pestato

  6. Aggiungete olio e peperoncino, coprite e lasciate in un luogo fresco per un’ora o più in modo che il pesto si insaporisca e amalgami bene.

  7. A questi punti lessate gli spaghetti ( o altro formato, anche una pasta corta ci sta bene) e poi conditeli con il pesto a crudo. Sentirete che bontà!!!!

Note

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da cookinprogress

Il mio nome è Monica e mi piace cucinare, autodidatta istintuale. Ci si prova senza prendersi troppo sul serio...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Enjoy this blog? Please spread the word :)