Crea sito

Sweet Palermo ripieni di mortadella e pane!

Sweet Sweet Palermo, il peperone duttile e dolcissimo. L’ho provato anche ripieno, improvvisando all’ultimo momento, come spesso accade. Risultato? Impeccabile! L’altra sera tornando a casa dal lavoro non avevo idea di cosa cucinare per cena…avevo questi due peperoni, della mortadella, del pane in cassetta, della scamorza affumicata che avevo tagliato a fette per una precedente ricetta….Bè i peperoni ripieni potevano starci. Avevo paura di essere un pò stretta con i tempi ma gli sweet Palermo hanno la buccia fine e si cuociono velocemente, questo è stato un gran vantaggio. Provateli anche voi per secondo, piatto unico o antipasto!

  • Preparazione: 20 Minuti
  • Cottura: 20 Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 2 porzioni
  • Costo: Medio

Ingredienti

  • 2 Peperoni (sweet palermo)
  • 2 fette pane in cassetta
  • 4 foglie Mortadella di Bologna
  • 1 uovo
  • 2 cucchiai Parmigiano reggiano
  • 3 cucchiai Pecorino romano
  • q.b. Prezzemolo
  • q.b. Aglio (una puntina)
  • q.b. Sale
  • 1/2 bicchiere Latte

Preparazione

  1. Bagnate le fette di pane con il latte, e poi strizzatele bene. Prendete un mixer ed inseritevi il pane, la mortadella, il prezzemolo e la puntina di aglio. Tritate tutto in maniera grossolana. Sistemate in una ciotola e aggiungete l’uovo, il sale  ed il formaggio. Amalgamate bene.

  2. Lavate i peperoni e tagliateli in due per il senso della lunghezza, puliteli dai semi ed asciugateli. Riempiteli con il pieno e sistemate su ognuno fette sottili di scamorza a coprire.  Sistemateli su una teglia da forno foderata di carta bagnata e strizzata ed infornate a 200°

  3. Sfornate dopo una ventina di minuti, vedrete che il formaggio sarà fuso ed il peperone cotto. Lasciate intiepidire e buon appetito!

Note

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da cookinprogress

Il mio nome è Monica e mi piace cucinare, autodidatta istintuale. Ci si prova senza prendersi troppo sul serio...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Enjoy this blog? Please spread the word :)