Frittelline di Riso della nonna Maglina

Le Frittelline di Riso, (come quelle di mela), sono la nonna Maglina. Quando io e mio fratello eravamo piccoli capitava che la nonna stesse a casa nostra per qualche giorno. Allora, per impegnarci e farci stare “fermi e buoni”, ci metteva al tavolo della cucina e ci insegnava a fare gli gnocchi di patate o l’impasto delle frittelle. Noi ci divertivamo tantissimo a pasticciare e poi la nonna era brava e ci era simpatica perché era minuta e ci sembrava una bambina come noi. Per questo l’associo  alle frittelle e ad un bel periodo come quello dell’infanzia!

  • Preparazione: 15 Minuti
  • Cottura: 30+frittura Minuti
  • Difficoltà: Molto facile
  • Porzioni: 20 frittelle
  • Costo: Economico

Ingredienti

  • 500 ml Latte
  • 100 g Riso
  • 60 g Farina (4 cucchiai)
  • 1 cucchiaio rhum
  • 1 cucchiaio Alchermes
  • 1 pizzico Sale
  • 25 g Burro
  • 5 g Lievito in polvere per dolci
  • 30 g Zucchero (+ quello esterno)
  • 1 uovo
  • q.b. Scorza di limone
  • 1 bustina Vanillina
  • q.b. Olio di semi di arachide

Preparazione

  1. Scaldare in un pentolino il latte assieme allo zucchero e alla scorza del limone. Quando bolle aggiungere il riso e cuocere su fiamma bassa per 30 minuti. Dovrà assorbire tutto il latte. Far raffreddare.

    Spostare il riso in una ciotola e amalgamare l’uovo, il burro, la farina, il lievito, la vanillina, lo zucchero ed i liquori.

  2. Scaldare l’olio in una padella. Quando è caldo versare il composto aiutandosi con due cucchiai e friggere le frittelline poche per volta.

  3. Mano a mano asciugare le frittelle su carta assorbente e poi tuffarle nello zucchero semolato facendole rotolare su se stesse in modo che lo zucchero si attacchi su tutta la superficie.

  4. Mangiare ben calde, vedrete che una tira l’altra e le finirete in un batter d’occhio!

Note

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da cookinprogress

Il mio nome è Monica e mi piace cucinare, autodidatta istintuale. Ci si prova senza prendersi troppo sul serio...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Enjoy this blog? Please spread the word :)