Spezzatino di manzo con olive e patate come in trattoria

Lo Spezzatino di manzo è un secondo piatto tipico della Italia del Nord. Il termine deriva dall’antico modo di cuocere gli alimenti, quando la carne veniva posta in un recipiente di cottura chiuso sul piano delle stufe che fungevano sia da strumenti di cottura che da riscaldamento. La lunga cottura a temperature inferiori a 100 gradi è particolarmente adatta ai tagli di carne e di pesce meno pregiati, che si inteneriscono lentamente grazie all’elevata percentuale di tessuto connettivo. Inoltre, la presenza del sugo di cottura arricchiva la preparazione poiché poteva essere utilizzato come companatico o come sugo per la pasta. Oggi lo Spezzatino è un piatto che si cucina poco in casa ma si trova in Trattoria o nelle Osterie perchè è un piatto della tradizione e della cucina povera. Tagli di carne economici e poco pregiati che si cuocevano ore e ai quali si univano verdure. Data la lunga cottura è un piatto che riservo alla Domenica, e che fa Domenica e tavola.

  • Preparazione: 10 Minuti
  • Cottura: 90 Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 2 porzioni
  • Costo: Economico

Ingredienti

  • 380 g carne di manzo (fusello, reale o pancia)
  • 1 carota piccola
  • 1/2 cipolla
  • 1 costa Sedano
  • q.b. Olio extravergine d'oliva
  • 1/2 l Brodo vegetale (o di carne)
  • q.b. Farina
  • 1 cucchiaio Triplo concentrato di pomodoro
  • q.b. Sale
  • 2 Patate
  • 10 Olive nere
  • 1/2 bicchiere Vino rosso

Preparazione

  1. Pulire e tritare la cipolla, il sedano e la carota, aggiungere in una casseruola capiente con un giro d’olio e far soffriggere. Infarinare i dadi di carne e aggiungerli al soffritto. Far cuocere velocemente da tutti i lati la carne e sfumare con il vino. A questo punto aggiungere le patate tagliate a spicchi. Lasciare insaporire.

  2. Quando il vino sarà evaporato coprire con il brodo caldo in cui avremo stemperato il triplo concentrato. Mettere il coperchio e lasciare sobbollire dolcemente.  Far cuocere per 1h.

  3. Dopo i primi 40′ di cottura aggiungere le olive, prima di spegnere assaggiare di sale.

  4. Servire caldo con il suo sughetto, qui la scarpetta è d’obbligo!!!

Note

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da cookinprogress

Il mio nome è Monica e mi piace cucinare, autodidatta istintuale. Ci si prova senza prendersi troppo sul serio...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Enjoy this blog? Please spread the word :)