Carciofo Romanesco ripieno di Patate in salsa al formaggio

Carciofo Romanesco I love You! Il carciofo è un prezioso alleato del benessere perché contiene molti sali minerali (sodio, potassio, fosforo e calcio), vitamina C e K e il principio attivo della “cinarina” che facilita la diuresi e la secrezione biliare. Tra le varietà più conosciute e gustose c’è senz’altro il Carciofo Romanesco del Lazio, comunemente chiamato anche “Romano”, “Cimarolo” o “Mammola”. A me piace perchè è senza spine, è grande, sembra un fiore, è buono e sodo. Questa ricetta lo rende perfetto come Antipasto o secondo e molto scenografico nella presentazione!

  • Preparazione: 20 Minuti
  • Cottura: 10+15 Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 2 porzioni
  • Costo: Economico

Ingredienti

  • 2 Carciofi romani
  • 2 Patate (piccole)
  • 1 spicchio Aglio
  • 10 g Amido di mais (maizena)
  • 1 e 1/2 bicchiere Latte
  • 30 g Parmigiano reggiano
  • q.b. Emmentaler (grattugiato)
  • q.b. Sale
  • q.b. Olio extravergine d'oliva

Preparazione

  1. Lavare i carciofi, tagliarli a metà, scavarli all’interno con uno spelucchino ed eliminare le foglie più esterne. Lasciare in acqua e limone. Poi lessare in acqua bollente per 10 minuti. Scolare e  asciugare.

  2. Sbucciare le patate, tagliarle a piccoli dadini e farle rosolare con uno spicchio d’aglio e poco olio evo in padella per 5 minuti a fiamma vivace. Salare.

  3. In una casseruola versare la maizena e stemperare con parte del latte a temperatura ambiente, eliminando i grumi. Aggiungere il restante latte (in tutto 1bicchiere e 1/2) e far scaldare al fuoco. Quando sarà bella omogenea aggiungere il parmigiano mescolando. Sentire di sale. Spegnere.

  4. Sistemare i carciofi in una pirofila da forno, farcirli con le patate e la crema al formaggio, spolverare con emmentaler grattugiato. Infornare a 180° per 15 minuti.

  5. Servire caldi e fumanti, Buon Appetito!

Note

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da cookinprogress

Il mio nome è Monica e mi piace cucinare, autodidatta istintuale. Ci si prova senza prendersi troppo sul serio...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »

Enjoy this blog? Se vi piace il blog condividetelo!