Filetto di Baccalà marinato alle erbe con Funghi Portobello in due consistenze

Il Filetto di Baccalà già ammollato si trova ormai in ogni supermercato, io ne prendo sempre un paio e li congelo. Lo trovo un pesce molto versatile e con il quale si può davvero lavorare di fantasia cucinandolo in molti modi differenti. Quando mi viene l’ispirazione lo lascio scongelare e poi mi metto all’opera:) Il fungo Portobello non l’avevo mai acquistato nè assaggiato prima, ma mi ha sempre incuriosito. Leggendo su www.vegolosi.it  ho poi scoperto che sono una delle migliori fonte proteiche e che sono ricchi di vitamine B e C e, in virtù di sorprendenti proprietà antiossidanti (per la presenza dell’ergotioneina), proteggono la pelle dai danni. Possiedono più potassio delle banane e non contengono zuccheri: sono quindi indicati per persone diabetiche. Oltre a questo in cucina sono estremamente versatili e sono pure belli da vedere!

Li ho acquistati assieme al baccalà perchè già pensavo all’unione tra i due, le modalità le ho poi decise: Baccalà lasciato marinare con olio evo ed erbe fresche per 1 ora e poi cotto in padella prima di passare in forno, Funghi trifolati e poi in parte resi crema. Se vi incuriosisce seguite la ricetta:.

 

  • Preparazione: 10+60 Minuti
  • Cottura: 35 Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 2 persone
  • Costo: Economico

Ingredienti

  • 2 filetti Baccalà dissalato
  • 1 Funghi Portobello (grande)
  • q.b. Rosmarino
  • q.b. Erba cipollina
  • q.b. Salvia
  • q.b. Maggiorana
  • q.b. Nepitella
  • q.b. Prezzemolo
  • 1 spicchio Aglio
  • q.b. Olio extravergine d'oliva
  • q.b. Sale
  • q.b. Vino bianco secco (senza alcool)

Preparazione

  1. Preparare la marinatura per il Baccalà, in una terrina da forno aggiungere l’olio evo, a parte tritare tutte le erbe ad eccezione del prezzemolo ed aggiungerle all’olio.

  2. Sciacquare i due tranci e posizionarli nella terrina con la pelle verso l’alto. Foderare con pellicola e tenere da parte per minimo 1 ora.

  3. Prendere il fungo e pulirlo bene, passarlo con un panno umido e tamponarlo

  4. Tagliare il fungo a pezzetti e farlo rosolare in padella con aglio e prezzemolo tritati, sfumare con vino senz’ alcool e continuare la cottura per circa 20/25 minuti a fuoco lento.

  5. Una volta cotto, prendere una parte dei funghi e passarli al minipimer. Aggiungere un cucchiaio di acqua calda o della panna vegetale se la crema fosse troppo “tirata”. Aggiustare di sale.

  6. Prima di togliere i tranci di pesce dalla marinatura girarli dalla parte della polpa e lasciare in infusione ancora una decina di minuti. Far scaldare una padella antiaderente.

  7. Posizionare i due tranci sulla padella con la pelle verso l’alto e far cuocere per 7 minuti a fiamma media

  8. Girare e lasciar cuocere altri 7 minuti, accendere il forno modalità ventilata a 200°

  9. Rimettere il baccalà nella terrina dove ha marinato e infornare per 10 minuti. Servire caldo con la crema ed i funghi trifolati, Buon Appetito!

Note

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da cookinprogress

Il mio nome è Monica e mi piace cucinare, autodidatta istintuale. Ci si prova senza prendersi troppo sul serio...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Enjoy this blog? Please spread the word :)