Nello specifico…. i semi di girasole

Non serve che sto qui a dirvi quanto io ami i semi, vero?! Mi sembra abbastanza evidente dalle mie ricette no? 😉 Ultimamente, poi, mi sono innamorata dei semi di girasole e visto che magari non tutti li conoscete credo sia giusto darvi qualche informazione in più.

Inizio, dunque, dicendovi che i semi di girasole, così come i semi di zucca, i semi di lino ed i semi di canapa, possono essere considerati come un integratore naturale di elementi benefici per la salute del nostro organismo, tra i quali possiamo trovare sia acidi grassi essenziali che vitamine. Hanno un alto contenuto di acidi grassi, tra i quali troviamo l’acido folico, particolarmente consigliato in gravidanza per il corretto sviluppo del nascituro, e l’acido linoleico, impiegato da parte del nostro organismo per la formazione degli acidi grassi omega 3, ritenuti molto utili per la protezione del cuore. Contengono, inoltre, vitamine del gruppo B, e vitamina E, la quale è in grado di svolgere una funzione antiossidante e di proteggere le cellule del nostro corpo dall’invecchiamento. Tra i sali minerali contenuti nei semi di girasole, ritroviamo la presenza di ferro e di zinco, oltre che di fosforo. E’ molto utile per garantire un buon funzionamento dell’intestino e per la prevenzione delle malattie respiratorie. La vitamina E in essi contenuta è stata individuata come un elemento in grado di proteggere i polmoni dallo stress ossidativo. Il consumo di semi di girasole è ritenuto utile per la prevenzione del cancro, con particolare riferimento al loro contenuto di selenio. Essi sono ritenuti benefici sia per il cuore che per l’apparato circolatorio, in quanto sarebbero in grado di evitare che il colesterolo LDL si accumuli sulle pareti delle arterie, così da evitare problematiche tanto gravi quanto l’infarto.

In cucina invece sono utilizzati in mille modi differenti, dalla preparazione industriale del famoso olio di semi di girasole alla preparazione casalinga del mueslie per la colazione, affiancando i semi di girasole a cereale, fiocchi soffiati, frutta a guscio e frutta essiccata. Utile anche per la preparazione di sfiziosi sughi (come per esempio il mio sugo di cavolfiore viola).

Roasted sunflower seeds

Precedente Chips di batata rossa (patata dolce americana) Successivo Crespelle ai broccoli con farina di canapa