Nello specifico… il Basilico

E allora partiamo!!
basilico
Molto presente nelle cucine degli italiani è il basilico: una erba annuale con foglie di colore verde, ovali e bombate. Quanto si parla di basilico ciò che salta subito in mente è il suo intenso e aromatico profumo. Chiudete gli occhi e inspirare profondamente, abbandonandovi al suo inebriante profumo. Stupendo.
Nonostante sia originario delle regioni tropolcali dell’Asia, il suo nome deriva dall’aggettivo greco basilikòs “da re, reale” e infatti in Francia viene anche chiamato herbe royale per sottolineare l’importanza attribuitagli.

Quest’importanza è ed era dettata anche dalle sue numerose proprietà: è aromatico, digestivo, antipiretico, sedativo e antispasmodico, inoltre è efficace nella cura di molte infezioni urinarie, nelle infiammazioni renali e nei casi di urinazione dolorosa. Se viene impiegato a crudo sui cibi ne facilita la digestione. L’infuso di basilico, invece, aiuta a curare il raffreddore, l’influenza, il mal di testa, i dolori mestruali, la nausea e i crampi addominali. Il decotto, aiuta ad aumentare la produzione di latte nelle donne in allattamento. Utile anche nella cura di afte, punture d’insetti e infezioni della pelle. Insomma in un’epoca in cui vogliamo tutto e subito, ogni tanto fa bene fermarsi e concedere alla natura di aiutarci grazie alle sue innumerevoli erbe e spezie ricce di fantastiche proprietà. Non credete?

Nelle nostre cucine, il basilico, trova il suo spazio sia a crudo che cotto. Utilizzato per insaporire e decorare numerosi piatti e sughi, è famoso anche (e sopratutto) per essere uno degli ingredienti base del pesto.

pesto

 

Precedente Spezie ed erbe aromatiche Successivo Fichi neri e stracchino