Crea sito

Gnocchi alla romana

Chi lo dice che il giorno giusto per preparare gli gnocchi sia il giovedì? Questa versione direttamente dalla tradizione romana più antica, è talmente golosa che ogni giorno sarà quello giusto per degustarli. Gli gnocchi alla romana sono una giusta combinazione tra la croccantezza donata dalla crosticina della gratinatura e la fragranza del burro e pecorino romano. Il mio tocco in più, qualche foglia di timo per personalizzare il piatto con un profumo irresistibile.

  • DifficoltàMedia
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • CucinaItaliana

Ingredienti

Per gli gnocchi

  • 250 gsemolino
  • 50 gburro
  • 1 llatte
  • q.b.noce moscata
  • 5 gsale
  • 2tuorli
  • 100 gparmigiano Reggiano DOP

Per la cottura

  • 50 gburro (fuso)
  • 30 gpecorino romano
  • q.b.timo

Preparazione

  1. Versare il latte in una casseruola con il burro, la noce moscata ed il sale. Portare ad ebollizione.

  2. Raggiunto il bollore, versare a pioggia tutto il semolino, mescolando velocemente con la frusta a mano, continuando a mescolare sulla fiamma bassa per 3-4 minuti.

  3. Togliere dal fuoco ed incorporare i due tuorli mescolando con un mestolo di legno.

  4. Aggiungere anche il parmigiano ed amalgamare bene.

  5. Versare l’impasto ancora caldo in stampi appositi oppure dividerlo in due e stenderlo sulla carta da forno, arrotolarla e chiudere i lati, in modo da ottenere due forme cilindriche. Riporre in frigorifero per circa mezz’ora per far raffreddare ed addensare l’impasto.

  6. Tagliare delle sezioni regolari dello spessore di circa 1 cm (anche meno se gradito). Disporli in una teglia da forno.

  7. Irrorare la superficie con il burro fuso, cospargere con il pecorino romano e aggiungere qualche ciuffetto di timo. Cuocere in forno ventilato a 180°C per 15 minuti (oppure in forno statico a 200°C per 20 minuti). Gratinare per 5 minuti per creare una deliziosa crosticina.

  8. Servire ben caldi e sfrigolanti.

Conservazione

Gli gnocchi alla romana si possono conservare in frigorifero in un contenitore ermetico per non più di due giorni. Dopo la cottura è possibile congelarli e conservarli un paio di mesi in freezer, provvedendo alla gratinatura al momento di servirli.

4,3 / 5
Grazie per aver votato!

Sono un'infermiera di Terapia Intensiva Neonatale, lavoro che amo con tutta me stessa. Quando sono in turno al lavoro ho la possibilità di mangiare qualcosa, spesso al volo ma non per questo ho intenzione di trascurare la bellezza e il gusto dei miei piatti, che siano possibilmente salutari e... veloci! Quando non lavoro invece cucino soprattutto per rilassarmi. Condividerò con voi i risultati migliori. Buona lettura!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.