Crea sito

Alimentazione in allattamento

Nello scorso articolo ci siamo occupati dell’alimentazione in gravidanza, ora è il momento di affrontare un’altro tema altrettanto importante: l’alimentazione durante l’allattamento. I bisogni nutritivi della donna che allatta infatti sono superiori a quelli della donna in gravidanza. Lo stile alimentare (basato sulla qualità del cibo) non sarà molto diverso da quello della donna in gravidanza, ma è richiesto un surplus energetico: produrre il latte non è un lavoro da poco.. anche se in parte ci verranno in aiuto le riserve di grasso messe da parte durante la gravidanza 😉

Alimentazione in allattamento

L’alimentazione della mamma che allatta prevede una maggior necessità di proteine, di calcio, di iodio, di zinco, di rame, di selenio, di vitamina A, di vitamine del gruppo B e di vitamina C, oltre che di acqua!

alimentazione allattamento

Cosa è bene mangiare:

Per far fronte a questi bisogni è necessario mantenere l’alimentazione ricca e variata già prevista per la gravidanza, in particolar le richieste sono:

  • notevoli quantità di liquidi (acqua, succhi di frutta, latte, ecc.) e olio d’oliva come grasso da condimento (l’acido oleico è fondamentale per la maturazione del sistema nervoso del lattante)
  • pesce (per arricchire il latte materno di acidi grassi omega-3, utili per le strutture nervose del lattante)
  • frutta fresca e verdure arancio e con foglie color verde scuro
  • latte, latticini e legumi.

Cosa evitare:

Ci sono alcuni alimenti ed alcune spezie che conferiscono al latte un odore o un sapore che il bimbo potrebbe non gradire (ma non è detto). Tra questi si possono trovare: asparagi, aglio, cipolle, cavoli, peperoni, cibi fritti, selvaggina, mentre potrebbero essere potenzialmente responsabili di reazioni simil-allergiche i formaggi fermentati, crostacei, molluschi, cacao, cioccolato, fragole, ciliegie, pesche e albicocche.

  • Durante tutto l’allattamento vanno assolutamente evitati i superalcolici (l’alcol etilico passa nel latte, può inibire la montata lattea e provocare problemi al lattante).
  • Il vino, anche quello a bassa gradazione alcolica, non andrebbe bevuto, che la birra dia vantaggi alla nutrice è solo una credenza popolare: non è mai stato dimostrato che favorisca la secrezione lattea
  • Caffè, , cacao, bevande a base di cola andrebbero limitati.. sarebbe meglio scegliere i prodotti decaffeinati o deteinati. In ogni caso, se proprio non riuscite a rinunciare ad un caffè è consigliato berlo subito dopo la poppata.

Se poi il vostro bambino soffre di reflusso (come è capitato alla mia piccola) il pediatra ci ha consigliato di eliminare dalla mia dieta alcuni alimenti reflussogeni: il pomodoro, la cioccolata, il thè, il brodo e la menta! Nel caso il vostro piccolo soffra di coliche, alcuni consigliano di eliminare i latticini dall’alimentazione della madre.. io personalmente non avevo trovato grande beneficio quindi dopo averli sospesi per qualche giorno ho iniziato a reintrodurli gradualmente 😉

Per approfondimenti consultare la sezione sull’allattamento che potete trovare su http://www.asl.milano.it
In particolare i seguenti file da scaricare:
file:///C:/Users/Utente/Downloads/dfp-brochure_allattamento.PDF
file:///C:/Users/Utente/Downloads/dfp-poster_allattamento.PDF

ALIMENTAZIONE IN allattamento

Se ti è piaciuto questo articolo, segui la mia pagina facebookCooking Giulia!
Clicca “mi piace” per essere aggiornato sulle ultime novità ;) a presto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Plumcake cocco e nocciolata

Il Plumcake cocco e nocciolata è un dolce perfetto per merenda o colazione! Cocco e cioccolata è un abbinamento sempre goloso...

Close