Pasta al cavolo nero con uvetta e prosciutto

La pasta al cavolo nero è un piatto semplice, salutare e davvero buono!! Ottima in questa stagione, quando nel banco frutta e verdura dei supermercati possiamo trovare quest’ortaggio tipico della toscana. Vediamo come preparala:

Pasta al cavolo nero

  • Portata: Primo piatto
  • Tempo: 30 minuti
  • Difficoltà: Facile
  • Cottura: Fornello

pasta | cavolo nero | prosciutto | ricotta | uvetta | ricetta | primo piatto | primo

Ingredienti per 2 persone/porzioni di Pasta al cavolo nero: 

  • 150 g di cavolo nero (già pulito)
  • 3 cucchiai di ricotta fresca
  • 150 g di pasta (io ho usato le farfalle)
  • 100 g di cubetti di prosciutto cotto
  • un cucchiaio di uvetta sultatina
  • olio extravergine d’oliva
  • sale q.b.

Preparazione della Pasta al cavolo nero: 

  • Lavare e mondare il cavolo nero, tagliarlo a listarelle e farlo rosolare in padella con dell’olio extravergine d’oliva per 4-5 minuti. Nel frattempo mettere a bollire l’acqua e non appena avrà raggiunto il bollore buttare la pasta.
  • Aggiungere al cavolo nero un mestolino di acqua di cottura della pasta e continuare a cuocere a fuoco dolce fino a che non si sarà ammorbidito (aggiungendo altra acqua se necessario). Dopo 10 minuti aggiungere l’uvetta sultanina e i cubetti di prosciutto cotto e continuare la cottura per 5 minuti circa.
  • Stemperare la ricotta con qualche cucchiaio di acqua di cottura della pasta, mescolando bene per renderla cremosa e aggiungerla al cavolo nero.
  • Scolare la pasta e farla saltare il padella insieme al cavolo nero.
  • Servire la pasta al cavolo nero ben calda 🙂 Buon appetito!!

Se ti piacciono le mie ricette, segui la mia pagina facebookCooking Giulia!
Clicca “mi piace” per essere aggiornato sulle ultime novità 😉 a presto!
cooking giulia | food blog | food blogger | blog di cucina | ricette semplici | ricette provate | ricette |

Precedente Piatto di lenticchie della befana Successivo Frullato al mandarino

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.