Crea sito

Risotto al radicchio e grana

Oggi vi porto alla scoperta di Treviso e di uno dei piatti tipici della sua tradizione culinaria: il risotto al radicchio. Il radicchio rosso di Treviso è infatti uno degli ingredienti distintivi e tradizionali della cucina di quest’area geografica e la sua coltivazione affonda le radici nell’antichità. Divenne così tanto l’ingrediente simbolo della zona che addirittura nel 1900 sotto la Loggia dei Grani di Piazza dei Signori a Treviso venne organizzata la prima esposizione dedicata ai produttori del radicchio rosso di Treviso.
Ecco la ricetta completa!

  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Porzioni1
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 1 cesporadicchio rosso di Treviso IGP, tardivo
  • 80 griso Carnaroli
  • 1scalogno
  • q.b.brodo vegetale
  • q.b.vino bianco secco (per sfumare)
  • q.b.olio extravergine d’oliva
  • q.b.Grana Padano DOP (scaglie )

Preparazione

  1. Mettete in una padella un po’ d’olio e fate soffriggere lo scalogno. Mettete poi il radicchio tagliuzzato e fate cuocere. Levate una parte di radicchio e sminuzzatela, poi riaggiungetela nella padella. Dopodiché tostate il riso, sfumate con un po’ di vino bianco e iniziate a cuocerlo con un po’ di brodo fino a giungere a cottura. Poi aggiungete un po’ di grana grattugiato e mantecate (senza burro così è più leggero), impiattate e mettete in superficie un altro po’ di scaglie di grana che si scioglieranno pian piano.

/ 5
Grazie per aver votato!