Crea sito

TORTA DI MELE CON OLIO EVO

Torta di mele con olio Evo

Una ricetta d’altri tempi, quella della torta di mele con olio extravergine d’oliva: la ricetta delle nonne, delle mie nonne: senza latte, né burro, per una morbidissima e golosa torta di mele con il perfetto connubio mela/mandorle.

Chi non ricorda la torta di mele della nonna? Ecco, questa torta di mele con olio è proprio quella che molto probabilmente vi preparavano le vostre nonne, nei tempi della vostra infanzia – o magari ancora lo fanno, ai più fortunati.

Torta di mele con olio Evo

Semplice da preparare, con ingredienti sani e genuini, adatta a grandi e piccini e a chi ha intolleranze ai latticini, la torta di mele con olio Evo vi farà fare un viaggio nel tempo, regalandovi un intenso piacere ad ogni boccone 🙂

TORTA DI MELE ALL’OLIO EVO – QUELLA DELLE NONNE

INGREDIENTI PER 4 PERSONE
4 mele
200 gr. di zucchero
250 gr. di farina auto lievitante
50 gr. di olio Evo
1 punta di cucchiaino di lievito per dolci
2 uova
2 cucchiai di mandorle affettate e sminuzzate
Zucchero in granella per chiudere
Cannella (facoltativa)

PREPARAZIONE
Tagliamo un paio di mele a fettine sottili, se vogliamo metterle in superficie (le mettiamo in acqua acidulata per evitare che scuriscano), oppure a pezzetti, da aggiungere all’impasto con le altre 2.

Mettiamo le uova in una planetaria o in una boule, aggiungiamo lo zucchero e montiamo a crema sino a che sarà ben spumoso e chiaro.

Aggiungiamo l’olio, la farina, le mandorle tritate e le mele tagliate a pezzetti. Mescoliamo il tutto e aggiungiamo alla fine una punta di lievito.

Torta di mele con olio Evo

Quando il composto sarà pronto, lo lasciamo riposare per 15 minuti a temperatura ambiente, poi lo versiamo nella tortiera imburrata e infarinata; se ne abbiamo tenute da parte all’inizio, disponiamo le fettine di mela asciugate in superficie, spolverizziamo di cannella, versiamo lo zucchero in granella ed inforniamo in forno preriscaldato alla temperatura di 200°, per 25 minuti circa (vale la prova stuzzicadenti).

Torta di mele con olio Evo

Lasciamo intiepidire in forno socchiuso, dopodichè sforniamo ed attendiamo il completo raffreddamento, prima di sformarla.

Risultato: una torta di mele sofficissima ed umida, perfetta a colazione, a merenda o come dessert, magari accompagnata da creme, gelato alla vaniglia o semplice ricotta zuccherata e cannella.. 🙂

VI PIACCIONO LE MIE RICETTE? Seguite CHE PASTICCIO, GINGERBREAD! su Facebook e restate in contatto con me!

Salva

5 Risposte a “TORTA DI MELE CON OLIO EVO”

      1. Eccomi!!! Prova questa ricetta:
        250 gr. di farina di farro
        40 gr. di fecola di patate
        1 bustina di lievito per dolci
        2 cucchiai zucchero di canna integrale
        2cucchiai di miele
        4/5 cucchiai di latte
        4 cucchiai di olio di semi di girasole
        3 uova
        3 mele renette
        Il succo di un limone
        1/2 cucchiaini da caffè di cannella
        Zucchero a velo q.b.
        – Sbuccia e taglia a fette le mele, mettendole poi a macerare con succo di limone e un po’ di cannella
        – Metti insieme: farina di farro, fecola di patate, lievito per dolci, zucchero di canna, miele, latte, olio di semi di girasole e dopo aver mescolato, aggiungi i tuorli d’uovo – 1 alla volta – e gli albumi montati a neve ben ferma.
        – Amalgama bene il tutto sino ad ottenere un composto chiaro, spumoso e ben compatto.
        – Disponi in modo uniforme nella tortiera oliata ed infarinata, le mele appena tamponate con carta assorbente e versaci sopra l’impasto.
        – Inforna a 180°C per 40-45 minuti, poi lascia raffreddare nella tortiera.
        – Sforma e servi con zucchero a velo e cannella 😉

        Perdona il ritardo, ma ieri non avevo modo di mettermi a scrivere la ricetta di mia cognata!! 🙂 Spero ti possa essere utile, questa ricetta: a me fa gola e in settimana credo proprio che la proverò! 😉 Felice giornata!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.