POLLO ALLA PANNA, PEPERONI E PORRI

Pollo, panna, peperoni e porri

Secondo piatto ricco e saporito, il Pollo alla Panna, Peperoni e Porri è stata la mia primissima creazione quando avevo 20 anni, studiavo e vivevo a Venezia e.. ero stanca di mangiare minestre liofilizzate! Già, non sapevo fare altro.. :p

Nacque tutto spontaneamente, dalla scelta del pollo agli ingredienti da aggiungere, i passaggi di cottura, i tempi.. Un risultato strabiliante!

I giorni scorsi, mi sono accorta di non avere mai scritto la ricetta di cui parlo nella pagina Le P che mi hanno cambiato la vita: storia di Gingerbread ed ho vergognosamente posto rimedio alla mancanza, anche perchè – a quanto pare – erano anni, che non preparavo questo piatto che i miei genitori e mio fratello tanto adorano!

E’ davvero di semplice realizzazione, questo piatto e richiede semplicemente un po’ di attenzione a.. non bruciare i porri all’inizio 😉 Dopodiché, il brodo farà la sua nobile parte e ci lascerà respirare sino al momento in cui dovremo lasciarlo evaporare, per aggiungere peperoni e panna.

Preparatevi a leccarvi baffi, orecchie e dita, perché le mie 4P – Pollo alla Panna, Peperoni e Porri – vi creeranno dipendenza con il loro sughetto cremoso e saporito!

  • Preparazione: Minuti
  • Cottura: Circa 60 Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 4/6 persone
  • Costo: Economico

Ingredienti

  • Porri medi 3
  • Cosce di pollo 6
  • Sovracosce di pollo 6
  • Brodo 600 ml
  • Panna fresca liquida 250 ml
  • Peperoni sott'aceto 1 vasetto
  • Vino bianco per sfumare q.b.
  • Farina 00 q.b.
  • Olio di oliva q.b.
  • Sale e Pepe q.b.

Preparazione

  1. PREPARAZIONE

    Affettiamo i porri a a tocchetti obliqui, spessi 1 cm circa, dopo averli sciacquati e puliti.

    Dopo aver eliminato le piume rimaste sui pezzi di pollo, li passiamo nella farina.

    Sgoccioliamo i peperoni sottaceto e li passiamo un po’ sotto acqua corrente, per eliminare l’aceto e l’olio in eccesso.

    Portiamo il brodo ad ebollizione e, nel frattempo, facciamo appassire i porri in olio evo e una tazzina di acqua (non amo i soffritti, lo dico sempre) per 5 minuti, mescolando e stando attenti a non bruciare;

    Aggiungiamo i pezzi di pollo, mescoliamo bene e li facciamo rosolare appena da ogni lato, dopodiché, sfumiamo con il vino;

    Ora aggiungiamo il brodo bollente, copriamo e cuociamo a fuoco medio per 50 minuti, mescolando e controllando il livello del brodo, che non dovrebbe scendere più di tanto.

    Trascorso il tempo, scoperchiamo e portiamo a completa evaporazione il brodo, aggiungendo i peperoni scolati e mescolando sempre.

    Infine, gli ultimi 5 minuti, aggiungiamo la panna amalgamandola bene agli altri ingredienti presenti in padella e aggiustiamo di sale e pepe.

    Serviamo il pollo con panna. peperoni e porri ben caldo, magari con del riso bianco con cui gustare il buonissimo condimento e rendere il tutto un piatto unico.

    VI PIACCIONO LE MIE RICETTE? Seguite CHE PASTICCIO, GINGERBREAD! su Facebook e restate in contatto con me!

Note

Il pollo, dicevano le mie nonne, si dice pronto quando la ciccia si stacca dalle ossa. Non abbiate timore di cuocerlo troppo: un’oretta abbondante è perfetta, per cuocere pezzi di pollo in condimento umido e potrete verificare voi stessi il punto di cottura 😉

Oltre al riso, un buon pezzo di pane per la scarpetta finale è d’obbligo: il sugo vi farà letteralmente leccare le dita!

Con “l’eventuale” pollo e sugo avanzato, provate a condire della pasta fresca o degli gnocchi, dopo aver sminuzzato la carne del pollo 😉

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.