Crea sito

FRITTELLE DI PATATE DOLCI

frittelle di patate dolci

Le FRITTELLE di patate dolci: uno dei classici del Carnevale ormai alle porte, amati da grandi e piccini. Cambiano nome, forma, sapore e guarnizioni a seconda della loro provenienza ma, di base, le paste e le pastelle sono molto simili tra loro.

Iniziamo oggi il tema “Carnevale”, con le frittelle di patate dolci, la cui pasta è come la pasta da krapfen: priva di uova e con farina e – in alcune versioni –  patate come ingredienti principali.

frittelle di patate dolci

Per preparare le frittelle di patate dolci, basta rispettare le canoniche condizioni uguali in qualsiasi parte d’Italia per qualsiasi tipo di frittella: dosi ben calibrate, impasto elastico che si gonfi come si deve e una perfetta frittura. Così facendo, si possono creare numerose frittelle, secondo la propria fantasia.

Nei prossimi giorni, altre gustosissime e profumate idee per preparare ottime frittelle di Carnevale!

Frittelle di patate dolci

INGREDIENTI
250gr di farina 00
125 gr di patate dolci lesse
40 ml di latte tiepido
12 gr di lievito di birra fresco
1 cucchiaio di rum
100 gr di zucchero semolato
1 pizzico di cannella
Olio da frittura
Sale

PREPARAZIONE
Versiamo la farina in una boule e aggiungiamo un pizzico di sale e la cannella. Aggiungiamo la polpa di patate dolci precedentemente lessate e schiacciate, poi il lievito sciolto nel latte e il cucchiaio di rum.

Impasto

Lavoriamo tutto fino ad ottenere un impasto morbido ed elastico, che faremo lievitare in luogo tiepido (io mi affido al forno con la sola luce accesa), coperto.

Riprendiamo l’impasto lievitato e lo rilavoriamo su un piano di lavoro infarinato: formiamo rotolini di circa 2 cm di diametro e 10 di lunghezza, che chiuderemo sovrapponendo le due estremità.

Man mano verranno pronte, poniamo le frittelle su un piano infarinato (una placca da forno andrà benissimo) e lasciamo lievitare nuovamente per 45 minuti.

frittelle di patate

Scaldiamo l’olio e, non appena bolle, mettiamo delicatamente le frittelle a friggere, finchè saranno dorate e ben gonfie.

frittelle
Fatte e divorate! Queste, le poche “superstiti”, dietro imposizione: troppo buone!!

Asciughiamole velocemente su carta da cucina, poi spolverizziamo con lo zucchero semolato e serviamo.

Un dolcissimo buongiorno a colazione, stamattina.. 🙂
TRUCCO PER FRIGGERE AD HOC:

L’olio deve essere abbondante e bollente, così da avvolgere interamente gli alimenti e scottarli subito al loro esterno, creando una crosticina che manterrà l’interno delle frittelle morbidissimo senza far assorbire l’olio.

Per comprendere quando iniziare a friggere, basta far cadere un cucchiaino di impasto nell’olio: appena inizierà a friggere scoppiettando, sarà il momento giusto.

Non cuocete mai tanti pezzi insieme, per evitare che la temperatura dell’olio si abbassi e non le cuocia bene.

VI PIACCIONO LE MIE RICETTE? Seguite CHE PASTICCIO, GINGERBREAD! su Facebook e restate in contatto con me! Nel frattempo, perché non provare anche le FRITTELLE DI BANANA “Pina Colada”?

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.