Cicerchiata calabrese Tardilli gluten free

Cicerchiata calabrese Tardilli gluten free, un dolce della tradizione calabrese in versione gluten free abbinato ad un ottimo miele millefiori! Ricetta senza lievito e senza lattosio.

Ciao a tutti, Natale è alle porte e la nostalgia per la propria terra si fa sentire. Sono davvero tanti anni che non ritorno in Calabria durante le feste natalizie, ma la nostalgia è così nitida e forte che mi fa desiderare oltre che la vicinanza di nonna Lina , zii e cugini, anche il desiderio del cibo che noi tradizionalmente prepariamo.

Nel mio caso non è facile ordinare il classico “pacco da giù” perché come ben sapete sono celiaca, quindi sto imparando man mano a modificare ricette e gestirle in chiave gluten free. Non è facile ma ci proviamo!!

Ho utilizzato un meraviglioso miele millefiori che viene prodotto da una gentilissima vicina di casa di mia nonna, purtroppo è l’ultimo barattolo e dovremmo aspettare le vacanze estive.

Vi ricordo che non si scherza con le allergie e le intolleranze, quindi se preparate qualcosa per un vostro caro celiaco, dovete assolutamente disinfettare benissimo il forno e tutte le attrezzature. Lavorate direttamente su un tagliere o una tovaglia di plastica (semmai usatela solo per questi lavori senza glutine!), perché nei taglieri di legno potrebbero sempre rimanere eventuali residui di farina con glutine! Le farine devono avere assolutamente il simbolo della spiga barrata!

Vi ricordo che su Facebook è presente la mia pagina e li potete interagire con me e scoprire cosa pasticcio ogni giorno!!!
“Come a casa tua”

Su Instagram vi aspetto al contatto Come_a_casa_tua

Cicerchiata calabrese Tardilli gluten free

Ingredienti:

-per l’impasto

-per assemblare

  • 250 g di miele millefiori
  • n°4 cucchiai di zucchero

-per friggere

  • 800 ml di olio di semi di girasole

-per lavorare

  • tagliere di legno piccolo o di marmo
  • canovaccio umido
  • mestolo di legno

-per decorare

  • codette o altri zuccherini se graditi

Procedimento:

In un contenitore inseriamo le farine setacciate, le uova rotte e iniziate ad impastare. Quando finite e se l’impasto vi risulta appiccicoso andate ad aggiungere i 20 g che vi avevo detto di tenere da parte.

Non ho fatto riposare l’impasto e ho iniziato subito a fare le strisce, senza aggiungere ulteriore farina, l’impasto è facile da lavorare.

Tagliate le strisce, i chicchi non devono essere grandi perché con l’uovo si gonfieranno. I miei chicchi erano della grandezza inferiore al centimetro.

In una pentola mettiamo a scaldare bene l’olio, io ho utilizzato olio di semi di girasole. Appena arriva a punto di cottura, andate a friggere a più riprese i chicchi.

Sono pronti quando iniziano ad avere un leggero colorito dorato, essendo senza glutine sappiamo benissimo che con un mix non avremmo mai o per lo meno quasi mai un colorito come con le farine glutinose.

Appena cotti tutti i nostri chicchi, in una padella grande o stile wok sciogliamo il miele e lo zucchero, la fiamma deve essere medio bassa per evitare di bruciare il tutto.

Appena si scalda e lo zucchero si è sciolto, versate i chicchi tutto in una sola volta, la fiamma deve essere medio bassa altrimenti caramellizza subito e non riuscite a rendere omogenea la distribuzione del miele/zucchero.

Attenzione a non bruciarli durante la cottura, se serve abbassate la fiamma ulteriormente.

Ora che è pronto su un tagliere leggermente inumidito o una base di marmo, andate a versare la nostra Cicerchiata calabrese Tardilli gluten free.

Mia mamma mi ha consigliato di aiutarmi in questa fase con un mestolo di legno e con un canovaccio umido, appunto per andare a dare una forma e compattare il composto il più possibile.

Fate sempre attenzione a non bruciarvi, non è un’operazione complicata ma l’attenzione in cucina non è mai troppa!

Io ho utilizzato un vassoio di plastica sbagliando perché è stato poi difficoltoso da tagliare (infatti si è rotto), quindi usate una base di legno o di marmo.

Una volta freddati sono pronti subito per essere gustati, nonna Lina li ricopre di codette colorate, questa volta io li ho lasciati così semplici!

Con l’occasione vi auguro Buone Feste e tanta serenità!!

Vi inserisco altre due ricette della tradizione Natalizia versione gluten free:

Pandoro gluten free farina Zeroinpiù

Pitta’nchiusa calabrese gluten free