Pudding di avena alle fragole

 

Al mattino, per colazione, dobbiamo coccolarci per bene in modo da iniziare col piede giusto la giornata. Cosa c’è di meglio di questo pudding di avena alle fragole?
Io ho scelto di aggiungere una marmellata di fragole fatta in casa da mia suocera che non ha proprio paragone con quella commerciale.
Per chi non conoscesse il pudding lo spigherò in breve a parole mie: è una sorta di cremina morbida a base di avena e latte (per una versione più light e senza lattosio potete scegliere il latte che preferite, vaccino o vegetale, oppure sostituirlo con l’acqua).
Potete anche scegliere se dolcificarlo oppure no (io ho scelto miele di ciliegio, voi potete scegliere se aggiungere stevia, zucchero di canna o semolato). Ci sono state anche volte in cui non ne ho proprio aggiunto, avendo un topping in superficie già bello dolce.
La considero una di quelle colazioni salva mattinata, una vera rivelazione per una come me che al mattino mangiava poco e nulla e dopo un paio d’ore aveva già fame. Con questo pudding arrivo fino a pranzo tranquilla, è leggera e nutriente.
Io ho aggiunto poco latte per cuocere l’avena, mi piace sentirla (non amo le poltiglie), ma se voi amate le consistenze più omogenee, morbide e delicate potete aumentare la dose di latte facendo cuocere di più l’avena.

pudding di avena alle fragole
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione5 Minuti
  • Porzioni1 persona
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti pudding di avena alle fragole

  • 1 tazza da caffèfiocchi di avena
  • 2 tazze da caffèlatte
  • 1 cucchiainomiele
  • q.b.marmellata di fragole
  • q.b.fragole fresche

Preparazione

  1. Versare in un pentolino i fiocchi di avena e il latte; far arrivare a bollore, mescolando di tanto in tanto, dopo abbassare quasi al minimo la fiamma e mescolare continuamente fino a che il liquido non sarà ben evaporato e non si sarà formata una bella cremina. Spegnere, aggiungere il miele, mescolare e versare in una ciotolina. Guarnire con marmellata e fragole fresche.

    Avete una doppia scelta: prepararlo la sera prima per la colazione del giorno dopo, gustandolo freddo come piace a me, oppure appena fatto ben caldo.

Consigli

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.