Pasta con pomodorini e granella di tarallo

 

Nel guardare la foto di questa pasta con pomodorini ritorno subito all’estate, ai pranzi nella casa in campagna, al caldo, ai pomodorini appena maturati. Ho deciso di scriverla di proposito un po’ più in là per gustare ancora quel dolce ricordo, per non farlo svanire ancora del tutto con zuppe e coperte calde.

Potrà sembrare un piatto banale, una semplice pasta con pomodorini, cosa sarà mai. Vi assicuro però che bastano pochi e semplici ingredienti per creare un piatto davvero gustoso, un vero comfort food, di quelli che ci piacciono tanto. Posso dire che questo sia il mio, il mio bel piatto davvero comfort perchè mi conforta anche ora che l’estate è senza dubbio finita.

pasta con pomodorini e granella di tarallo
  • Preparazione: 15 Minuti
  • Cottura: 10 Minuti
  • Difficoltà: Molto facile
  • Porzioni: 2 persone
  • Costo: Basso

Ingredienti

  • 350 g Pasta
  • 10 Pomodorini (rossi)
  • 2 Taralli (sbriciolati)
  • q.b. Erba cipollina (secca)
  • q.b. Olio di oliva
  • q.b. Sale

Preparazione

  1. Come preparare la pasta con pomodorini: 

    In una padella far rosolare i pomodorini tagliati in 4 con un filo d’olio d’oliva. Aggiungere dopo qualche minuto mezzo bicchiere d’acqua, l’erba cipollina e il sale. Creare una cremina non eccessivamente liquida. A parte cuocere la pasta in abbondante acqua salata, scolarla con una schiumarola direttamente nella padella del condimento e far insaporire a fiamma medio-alta per qualche minuto. Impiattare e cospargere in superficie abbondante tarallo sbriciolato.

    Come gustare al medio la pasta con pomodorini:

    Il mio consiglio è di aggiungere dell’erba cipollina secca a crudo, dopo aver sbriciolato il tarallo in superficie. Personalmente sconsiglio l’aggiunta di formaggio grattugiato, ma ovviamente l’aggiunta o meno di ingredienti va in base ai propri gusti.

    Sconsiglio di mangiare questa pasta il giorno dopo, è perfetta e saporita appena preparata.

    Se il sughetto col pomodoro dovesse asciugarsi eccessivamente basterà aggiungere un pochino d’acqua alla volta fino a formare nuovamente una bella cremina.

    Nel caso non abbiate dei pomodorini rossi andranno bene anche i gialli o doppio colore (gialli e rossi insieme). Io preferisco il pachino che è bello corposo, sodo e saporito.

Altri primi con i pomodorini

Precedente Torta al cioccolato e rum, senza burro e olio Successivo Focaccia integrale ai semi, senza patate

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.