Pane integrale a lunga lievitazione

 

Sfido chiunque a non amare quel fragrante profumo di pane appena sfornato, in questo caso ancora più buono il pane integrale. Semplice e con pochi passaggi, avrete in casa un pane dalla mollica soffice, ben areata e dalla crosta croccante.
Il procedimento è lo stesso del pane classico, con farina bianca. Potete anche arricchirlo con dei semini a piacere.

pane integrale
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione2 Giorni
  • Porzioni1 pagnottina
  • CucinaItaliana

Ingredienti pane integrale

  • 200 gfarina00
  • 200 gfarina integrale
  • 1 cucchiainosale fino
  • 300 mlacqua
  • 4 glievito di birra fresco

Preparazione

  1. pizza in teglia

    Giorno 1 ore 22:00

    Mescolare il sale nelle farine e tenere da parte. Versare l’acqua in una ciotola abbastanza capiente (tanto da contenere il panetto di pasta lievitato), aggiungere lo zucchero e scioglierli dentro il lievito. Pian piano, mescolando nel frattempo con una forchetta, versare la farina. Si otterrà un composto molto appiccicoso e “grinzoso”. Coprire la ciotola con la pellicola e far riposare almeno 10 minuti. Al termine, con l’aiuto di una spatola, prelevare i laterali dell’impasto e portarli al di sopra (come in foto) in modo da rendere la superficie dell’impasto più liscia. Procedere per tutti i laterali della pasta (finchè la superficie non sarà completamente liscia). Coprire nuovamente con la pellicola e far riposare in frigo per 14-15 ore (da un minimo di 8-10 ad un max di 20 ore).

  2. pizza in teglia

    Giorno 2 ore 12:00

    Con l’aiuto di una spatola rovesciare delicatamente tutto il panetto lievitato su una spianatoia infarinata. Allargare delicatamente con la punta delle dita fino a formare un quadrato (come in foto).

  3. pizza in teglia

    Piegare metà quadrato verso il centro.

  4. pizza in teglia

    Ripiegare la restante metà sull’altra.

  5. pizza in teglia

    Piegare un lembo verso il centro.

  6. pizza in teglia

    Ripiegare il lembo vuoto sull’altro, fino a formare un fagotto.

  7.  Al termine di tutte le pieghe arrotondare con le mani l’impasto creando un panetto liscio. Far lievitare in una ciotola coperta da pellicola in un luogo asciutto e tiepido (io con una coperta al di sopra per mantenere il calore) fino al raddoppio.

    Dopo la lievitazione far scaldare il forno a 250° e sistemarvi all’interno una pendola di acciaio con coperchio (entrambi senza manici di plastica). Non appena saranno entrambi ben scaldati estrarre dal forno la pentola, togliere il coperchio, versarci all’interno la pagnotta di pane lievitata e far cuocere a 250° ventilato per 30 minuti con coperchio, poi sempre a 250° ventilato per altri 30 minuti senza coperchio.

    Estrarre dal forno il pane cotto e sistemarlo su una gratella per farlo raffreddare completamente.

Consigli

Per altre ricette del pane clicca qui

/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente Biscotti light ai semi e frutta secca Successivo Marmellata di limoni, profumata e no amara

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.