Montanare, le pizzelle fritte napoletane

 

Le montanare, conosciute anche come pizzelle fritte napoletane, sono uno degli street food che più amo. Avendo sia ragazzo che suocera di Napoli come potrei non amarle e non elogiarle? E’ pur vero che queste montanare sono fritte, non sono per nulla light, non sono mini mini, ma volete mettere il loro sapore inconfondibile? Il loro profumo inebriante?

Avete mai camminato per Napoli e assaporato tutti i suoi profumi, compreso quello delle montanare fritte? già solo a guardarle ti vien voglia di addentarne una (che poi è davvero difficile fermarsi solo ad una).

Da oggi vediamo come prepararle in casa, con quel sapore inconfondibile, perfettamente areate, morbide e senza assorbire olio.

  • Preparazione: 3 Ore
  • Cottura: 5 Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 20 pezzi circa
  • Costo: Basso

Ingredienti

  • 1.400 kg Farina 00
  • 40 g Sale fino
  • 1 l Acqua
  • 10 g Lievito di birra fresco (preferibile al secco)
  • 500 ml Passata di pomodoro
  • q.b. Grana grattugiato
  • q.b. Olio di girasole

Preparazione

  1. Come preparare l’impasto per le montanare 

    In una terrina versare metà dell’acqua e sciogliervi all’interno il sale. Con la restante acqua sciogliere il lievito fresco. Aggiungere poca farina alla volta all’acqua col sale e impastare con le mani. Dopo aver aggiunto metà della farina versare la restante acqua col lievito e impastare. Terminata la quantità di farina e aggiunta tutta l’acqua impastare con le mani tenendo conto che l’impasto si presenta molto morbido e molto appiccicoso. Impastare rovesciando l’impasto dal basso verso l’alto (sempre nella terrina) fino ad ottenere un panetto morbido, leggermente appiccicoso e liscio. Far riposare per almeno 3 ore o fino al raddoppio.

    Come formare le montanare 

    Dopo la lievitazione rovesciare tutto il panetto su una spianatoia leggermente infarinata. Ricavare dei panetti di circa 70-80 g (dipende da quanto volete che siano grandi le montanare) e con le mani ricavare delle palline. Sistemarle su un foglio di carta forno fino al loro raddoppio.

  2. Come cuocere le montanare

    Far scaldare l’olio in una padella larga, dovrà essere ben caldo. Per vedere se l’olio è pronto inserire al centro della padella uno stuzzicadenti, se friggerà tutto intorno l’olio sarà pronto.

    Schiacciare al centro di ciascuna pallina spostandosi verso i bordi (i bordi dovranno essere sempre più alti del centro). Tuffare poi la pallina schiacciata con tutta la carta forno nell’olio bollente, eliminare dopo pochi secondi la carta forno con una pinza e far cuocere sia da un lato che dall’altro fino a completa doratura. Far scolare su carta assorbente e cospargere in superficie la passata di pomodoro (condita con il sale) e con il grana padano grattugiato.

    Come conservare le montanare 

    Si consiglia di prepararle e mangiarle nella stessa giornata.

Altre ricette napoletane

Precedente Cookies ripieni di nutella Successivo Cornetti di pasta sfoglia alla nutella

Un commento su “Montanare, le pizzelle fritte napoletane

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.