Mandorle pralinate, pronte in 5 minuti

 

Non è un vero Natale senza le mandorle pralinate a casa mia. Oramai sono una vera istituzione, immancabili e tutti facciamo a gara per accaparrarcene l’ultima. Di solito sulla mia tavola ci sono sempre tanti (e forse) troppi dolci, tanto da non sapere davvero da che parte cominciare, ma volete far mancare un dolcino così piccolo, che si conserva per mesi (se durano all’ondata delle feste) e che sono davvero perfette in qualsiasi ora della giornata?

Quando ero piccola era routine andare in vacanza al mare con i miei cugini e mia zia portava sempre (e dico sempre, ogni anno) una valanga di mandorle pralinate. Non avete davvero idea della mia felicità, le adoravo alla follia e la mia “pazzia” da piccola mi portava a mangiare tutto lo zucchero intorno e poi la mandorla interna.

E’ con la mente verso quei dolci ricordi che preparo le mie mandorle pralinate, per far felici i miei ospiti e per far felice me.

Vi ricordo la sezione di ricette di Natale, cliccando qui

mandorle pralinate
  • Preparazione: 5 Minuti
  • Cottura: 5 Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 100 g
  • Costo: Basso

Ingredienti

  • 100 g Mandorle
  • 30 g Acqua
  • 80 g Zucchero semolato

Preparazione

  1. Come preparare le mandorle pralinate: 

    In una padella antiaderente versare lo zucchero, l’acqua e le mandorle. Far cuocere su fornello medio a fiamma non troppo vivace per qualche minuto mescolando continuamente con un cucchiaio di legno. In principio lo zucchero si scioglierà, ma andando più avanti si formerà una patina biancastra e croccante intorno alle mandorle. Non appena si sarà formata spegnere e versare le mandorle ben distanziate su un foglio di carta forno. Proseguendo oltre la cottura lo zucchero comincerà a caramellarsi (e usciranno fuori le mandorle caramellate invece di pralinate).

    Come conservare le mandorle pralinate: 

    E’ possibile conservare in un sacchetto per alimenti o barattolo chiuso ermeticamente per più di 2 mesi. L’importante è conservarle in un luogo fresco e asciutto, lontano da fonti di calore.

     

Note

Precedente Ravioli cinesi di verdure, al vapore Successivo Meringhe di Natale, addobbate a festa

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.