Calamari ripieni

 

Dopo una mattinata di shopping mi godo il pomeriggio tra blog, ricette, serie tv e studio. Non c’è niente di meglio per me che tornare sul mio adorato letto e gustare tutto il piacere di questo mio piccolo angolo, sola e completamente in pace. E’ una parentesi nelle mie giornate frenetiche, un momento in cui staccare la mente e rilassarmi. Oggi voglio darvi una ricetta fantastica, abbastanza semplice da preparare e molto versatile poichè potete scegliere se aggiungere o meno come me le acciughe e sopratutto se cuocerli in padella o al forno. Sono un secondo di pesce perfetto in più occasioni, in ogni caso farete davvero un figurone. Come accompagnamento potete optare anche per una semplice insalata o anche da altre patate al forno, a voi la scelta 😉

  • Preparazione: 20 Minuti
  • Cottura: 20 Minuti
  • Difficoltà: Medio
  • Porzioni: 5 pezzi
  • Costo: Medio

Ingredienti

  • 200 g Mollica di pane
  • 5 Calamari
  • 20 g Olive nere
  • 6 Pomodorini
  • 1 cucchiaio Olio evo
  • 1 Uovo
  • 1 rametto Prezzemolo
  • 30 ml Vino bianco
  • 1 spicchio Aglio
  • 7 Patate

Preparazione

  1. Pulire e sciacquare i calamari, tagliare i tentacoli a pezzettini e farli soffriggere in una padella con un filo d’olio per circa 5 minuti. Mescolare in una ciotola la mollica di pane sbriciolata, l’uovo, le olive a pezzettini, i pomodorini a cubetti, il prezzemolo tritato, l’aglio schiacciato e i tentacoli cotti col proprio liquido di cottura. Formare un composto abbastanza compatto e se necessario bagnare con un po’ di vino. Tagliare le patate a fette spesse 1/2 cm e disporle sul fondo di una padella antiaderente. Condire con olio di oliva e sale, posizionare sopra i calamari, salare e far cuocere con coperchio per circa 20 minuti a fiamma media. A metà cottura sfumare col vino bianco.

    Vuoi restare in contatto con me e non perdere nessuna ricetta? Iscriviti alla Newsletter

Note

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.