TARTARE DI SALMONE

La tartare di salmone è un piatto di pesce davvero semplice perchè si realizza con pochi ingredienti, tutto sta nel trovare un buon salmone (rigorosamente abbattuto per poter essere mangiato crudo).
Come antipasto o secondo è una ricetta di gran classe che io ho voluto accompagnare con una maionese aromatizzata alla soia. Una ricetta semplicissima ma con un’estetica davvero spettacolare grazie ai miei microgreens PiantaNatura.

tartare di salmone
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione5 Minuti
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaSenza cottura
  • CucinaItaliana

Ingredienti

Per la tartare di salmone

800 g salmone (abbattuto)
1 limone
q.b. sale
q.b. pepe
q.b. olio extravergine d’oliva

Per le guarnizioni

q.b. microgreens
1 ravanello
q.b. fiori eduli
4 cucchiai maionese
1 cucchiaino salsa di soia

Passaggi

La tartare

Tagliare il salmone abbattuto a dadini omogenei di circa 1 cm di lato. Condirli in una ciotolina con olio, sale e pepe ma aggiungere il succo di limone solo appena prima di servire perchè altrimenti il pesce verrà “cotto” dall’acidità del limone e cambierà colore rendendo la tartare di salmone meno lucida e bella da presentare.

Impiattamento

Dividere la tartare in quattro porzioni ed impiattarla con l’aiuto di un coppapasta. Decoratela a piacere con i microgreens, il ravanello tagliato sottile oppure dei fili di erba cipollina ed altre erbe aromatiche.
Accompagnate la tartare di salmone con qualche goccia di maionese mescolata alla salsa di soia.

Note

Per la tartare di salmone è fondamentale utilizzare del salmone precedentemente abbattuto oppure, se non riuscite a trovarlo, è possibile congelare il salmone crudo per almeno 72 e poi decongelarlo in frigo.

Se ami il salmone, devi assolutamente assaggiare i miei PACCHERI FAVE E SALMONE!

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.