ZUPPA DOLCE ROMANA

La zuppa dolce romana è un dolce al cucchiaio molto simile alla classica zuppa inglese, che da quest’ultima, si differenzia per la meringa italiana messa sopra come decorazione e l’assenza della crema al cioccolato. Un dolce d’effetto scenico, ma soprattutto molto semplice da fare.

Per non perdere le mie ricette seguimi su Facebook.

Zuppa dolce romana. Un dessert semplicissimo e d'effetto assicurato
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di riposo4 Ore
  • Tempo di cottura10 Minuti
  • Porzioni10 persone
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaRegionale Italiana

Ingredienti

Per la zuppa dolce romana

  • 500 mlCrema pasticcera
  • 300 mlAlchermes
  • 1Pan di Spagna (cm 20 di diametro)
  • q.b.Meringa

Per il Pan di Spagna

  • 150 gZucchero
  • 90 gFarina 00
  • 90 gFecola di patate
  • 6Uova (Medie)
  • 1 bustinaVanillina
  • 1 pizzicoSale

Per la crema pasticcera

  • 500 mlLatte
  • 100 gZucchero
  • 50 gAmido di mais (maizena)
  • 4Uova (Medie)
  • 1 cucchiainoEstratto di vaniglia

Per la meringa

  • 200 gZucchero
  • 100 gAlbumi
  • 50 mlAcqua

Strumenti

  • 2 Tegamini
  • 1 Termometro da pasticceria
  • Planetaria
  • Cannello

Preparazione

  1. Pan di Spagna ricetta base soffice, alto e leggero

    Se si preferisce fare il Pan di Spagna fatto in casa consiglio la mia ricetta collaudatissima cliccando qui per il procedimento. In alternativa si può usare un Pan di Spagna acquistato in pasticceria.

  2. Preparare la crema pasticcera inserendo i tuorli delle uova, lo zucchero, la maizena e l’estratto di vaniglia all’interno di un tegamino.

  3. Stemperare tutti gli ingredienti con il latte e, fare addensare la crema pasticcera sul fuoco dolce. Lasciare intiepidire mettendo una pellicola a contatto.

  4. Iniziamo ad assemblare la zuppa dolce romana tagliando il Pan di Spagna in tre dischi alti un centimetro e mezzo di spessore.

  5. Adagiare un primo disco sopra a un piatto da portata e spruzzarlo per bene con l’Alchermes.

  6. Sistemare sopra al disco di Pan di Spagna metà della crema pasticcera. Chiudere con un secondo disco di Pan di Spagna.

  7. Bagnare il Pan di Spagna con l’Alchermes e versare la restante crema pasticcera. Chiudere il dolce con l’ultimo disco di Pan di Spagna sempre imbevuto di Alchermes.

  8. Posizionare la zuppa nel frigo nel mentre preparare la meringa all’italiana.

  9. Inserire i 4 albumi nella planetaria iniziando a montarli leggermente.

  10. In un tegamino inserire lo zucchero assieme a 50 ml di acqua e portare lo sciroppo a 121°.

  11. Spegnere il fuoco e aggiungere lo sciroppo agli albumi, sempre tenendo azionata la planetaria. Lasciare montare sino a quando non saranno diventati freddi.

  12. Prelevare la torta dal frigo e iniziare a ricoprila interamente con la meringa come si vede dalla foto sottostante.

  13. Con il cannello da pasticceria dorare la meringa in alcuni punti. In alternativa sistemare la zuppa sotto al grill, nel forno preriscaldato a 180°, lasciandola assumere la sfumatura di colore dorato.

  14. Attenzione di non lasciare la zuppa troppo nel forno sotto al grill. Deve solo prendere colore la meringa, bastano pochi minuti.

  15. Una volta terminata la caramellizzazione della meringa inserire la torta nel frigo per almeno 4 ore prima di servirla.

  16. La zuppa dolce romana è pronta per essere servita freddissima, accompagnata da un vino bianco come il Frascati Doc.

    BUONA DEGUSTAZIONE!!!

Consigli

Consiglio di conservare la zuppa nel frigo all’interno di un apposito contenitore. Questo dolce al cucchiaio è idoneo anche nella versione senza glutine, avendo cura di sostituire le farine con la farina adeguata. Per chi vuole una bagna meno alcolica consiglio di fare uno sciroppo con 150 ml di Alchermes, 120 ml di acqua e 60 g di zucchero. Far sciogliere lo zucchero nell’acqua portandolo a ebollizione, aggiungere il liquore lasciando il tutto per un minuto sul fuoco, spegnere e lasciare raffreddare. Per la meringa ricordare sempre di pesare gli albumi, infatti le dosi inserite sono solo di riferimento e aggiungere la doppia quantità di zucchero, volendo più dettagli al riguardo vi lascio la mia ricetta delle meringhe fatte in tre versioni.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Sandra Bigarelli

Salve a tutti, sono un'appassionata di cucina e in special modo di dolci. Generalmente sono tradizionalista legata alla nostra cucina italiana, ma al tempo stesso non disdegno sperimentare con nuovi ingredienti dedicandomi a paesi orientali e non solo, dove usano spezie dal profumo particolare e dai colori sgargianti. Ho deciso di aprire un blog per avere sempre a portata di mano un mio personale diario riguardante alle ricette o notizie sulla nutrizione e salute, naturalmente parlando ed esponendo d'appassionata e non da addetta ai lavori. Spero che il mio diario vi piaccia e magari lasciate un commento con cui dialogare sugli articoli esposti... ;-) La mia ricetta preferita? La semplicità degli ingredienti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.