Crea sito

SPRITZ LONG DRINK

Lo spritz, long drink d’aperitivo con una miscela alcolica che si aggira sui 10 gradi scarsi è creato con vino bianco frizzante, bitter, soda e di origine veneziana. Come lo conosciamo noi oggi, questo long drink, è nato verso i primi del novecento grazie alla diffusione dei sifoni da selz. Il primo spritz della storia è attribuito dall’invasione/dominazione austrica nel lombardo-veneto alla fine del settecento inizi ottoceno, quando quest’ultimi ritennero che i vini di quelle regioni erano troppo forti e li allungarono con l’acqua. Da qui il nome Spritz letteralmente dal tedesco “spritzen” che significa per l’appunto allungare. Lo spritz è inserito negli elenchi dell’Iba (International Bartenders Association) con la denominazione corretta di Spritz veneziano.

Per non perdere le mie ricette seguimi su Facebook.

Spritz il long drink servito per aperitivo
  • Preparazione: 5 Minuti
  • Cottura: Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 1 Long drink

Ingredienti

Spritz

  • 1/3 Aperol
  • 1/3 Vino bianco frizzante
  • 1/3 Soda
  • Mezza fette Arance
  • q.b. Ghiaccio

Spritz versione ufficiale IBA

  • 60 ml Prosecco
  • 40 ml Aperol
  • Mezza fette Arance
  • q.b. Soda
  • q.b. Ghiaccio

Preparazione

  1. Il procedimento per questo long drink è uguale nelle due ricette; unica cosa che cambia è la quantità degli ingredienti.

    Per lo Spritz che tutti conosciamo, si procede in questo modo:

    Prendere un calice da vino o un old fashioned e riempirlo di ghiaccio. Versare il vino bianco frizzante, l’Aperol e la soda in parti uguali, cioè un terzo per ogni ingrediente (esempio 30 ml vino, 30 ml Aperol e 30 ml soda). Per chi non avesse la soda si può sostituire con l’acqua frizzante. Decorare con una mezza fetta di arancia e una cannuccia. Il cocktail è pronto!

    Ovviamente nella versione ufficiale dell’IBA, dopo aver riempito il bicchiere con il ghiaccio si versa i 60 ml di prosecco, i 40 ml di Aperol e si spruzza a finire un poco di soda. Decorare sempre con la mezza fetta di arancia e una cannuccia.

  2. BUONA DEGUSTAZIONE!!!

Consiglio

Il consiglio è quello di versare gli ingredienti nel modo indicato; in quanto l’Aperol essendo più pesante versato per primo, rimarrebbe sul fondo del bicchiere. Altro trucchetto sarebbe quello di versare l’Aperol in modo circolatorio, così facendo si amalgama con il prosecco o il vino bianco frizzante. Il mondo dei cocktails è vasto, ma soprattutto colorato basta pensare al colore dello spritz o quelli alla frutta! Il bello di questo settore è considerare la storia di ogni long drink o cocktails, rivivere in ogni sorso attimi del passato! Se vi piacciono i cocktails vi consiglio anche la mia ricetta del Cuba Mojito cliccando qui, con all’interno un poco di storia e curiosità!

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Sandra Bigarelli

Salve a tutti, sono un'appassionata di cucina e in special modo di dolci. Generalmente sono tradizionalista legata alla nostra cucina italiana, ma al tempo stesso non disdegno sperimentare con nuovi ingredienti dedicandomi a paesi orientali e non solo, dove usano spezie dal profumo particolare e dai colori sgargianti. Ho deciso di aprire un blog per avere sempre a portata di mano un mio personale diario riguardante alle ricette o notizie sulla nutrizione e salute, naturalmente parlando ed esponendo d'appassionata e non da addetta ai lavori. Spero che il mio diario vi piaccia e magari lasciate un commento con cui dialogare sugli articoli esposti... ;-) La mia ricetta preferita? La semplicità degli ingredienti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.