LIMONATA

La limonata è una delle bevande estive più dissetanti che possiamo trovare sul mercato e farla in casa è semplicissimo! Personalmente adorando il limone la faccio spesso nelle due varianti: la limonata classica anglosassone e la limonata al ginger beer, molto più briosa al palato. Ogni volta che la preparo mi vengono alla mente quei banchetti davanti ai vialetti delle villettine, con i bambini che vendono la “homemade fresh lemonade” ai passanti! Ma bando alle ciance e vediamo come prepararla

Per non perdere le mie ricette seguimi su Facebook.

Limonata fatta in due versioni: classica e al ginger
  • Preparazione: 5 Minuti
  • Cottura: Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: Per 1 litro e mezzo di bevanda

Ingredienti

Classica anglosassone

  • 1500 ml Acqua
  • 300 ml Succo di limone
  • 150 g Zucchero

Al ginger beer

  • 500 ml Limonata
  • 500 ml Ginger beer

Preparazione

  1. Iniziamo a preparare lo sciroppo con lo zucchero e  100 ml di acqua. Portare sul fuoco e far sciogliere bene lo zucchero. Spegnere e lasciare raffreddare.

    Spremere i limoni e versare il succo in una caraffa da due litri. Appena lo sciroppo sarà freddo a temperatura ambiente versarlo sul succo di limone e miscelare bene.

    A questo punto versare l’acqua fredda e mescolare con un cucchiaio di legno. Riporre nel frigo per almeno due ore. La limonata classica anglosassone è pronta.

    Prima di servire la limonata aggiungere del ghiaccio e qualche fettina di limone come decorazione.

  2. Limonata fatta in due versioni: classica e al ginger

    Per la variante con il ginger beer è sufficiente aggiungere i 500 ml di ginger beer già pronto e acquistato nei vari supermercati. Ma non sarebbe difficile farlo in quanto si fa bollire l’acqua con pezzettini di ginger (zenzero) con lo zucchero e quando sarà freddo aggiungere il succo di lime. Addizionare il tutto con acqua minerale gasata.

  3. BUONA DEGUSTAZIONE!!!

Consiglio

Consiglio di conservare la limonata nel frigo per un massimo di 5 giorni. Per comodità di solito io l’imbottiglio come si può vedere nelle foto, così mantiene a lungo i suoi aromi. Volendo si può congelare negli appositi contenitori da ghiaccioli, o da gelato ghiacciolo. Ti consiglio anche di provare il caffè shakerato come alternativa dissetante.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Sandra Bigarelli

Salve a tutti, sono un'appassionata di cucina e in special modo di dolci. Generalmente sono tradizionalista legata alla nostra cucina italiana, ma al tempo stesso non disdegno sperimentare con nuovi ingredienti dedicandomi a paesi orientali e non solo, dove usano spezie dal profumo particolare e dai colori sgargianti. Ho deciso di aprire un blog per avere sempre a portata di mano un mio personale diario riguardante alle ricette o notizie sulla nutrizione e salute, naturalmente parlando ed esponendo d'appassionata e non da addetta ai lavori. Spero che il mio diario vi piaccia e magari lasciate un commento con cui dialogare sugli articoli esposti... ;-) La mia ricetta preferita? La semplicità degli ingredienti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.