GUACAMOLE

Tutti sappiamo che la salsa guacamole è originaria del Messico. Nei miei libri di cucina del mondo mettono come origine l’Argentina. Poche sono le differenze tra le due ricette, unica e sicura cosa in comune è senz’altro l’avocado. L’avocado è un frutto esotico molto calorico 160 kcal per 100 g che aumentano a 231 kcal nel guacamole, ma al tempo stesso è ricco di vitamine, sali minerali soprattutto betacarotene, potassio (ben 481 mg per 100 g di frutto) e magnesio. Per quanto riguarda ai grassi contiene solo quelli monoinsaturi non nocivi per la nostra salute ed è privo di colesterolo. Fatta questa breve parentesi sull’avocado guardiamo come si prepara il guacamole nelle due versioni.

Per non perdere le mie ricette seguimi su Facebook.

Guacamole. Una salsa a base di avocado in due versioni
  • Preparazione: 5 Minuti
  • Cottura: Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 4 Persone

Ingredienti

Guacamole messicano

  • 2 Avocado
  • 2 Cipolle rosse
  • 1 Pomodoro
  • 1 mazzetto Coriandolo
  • 1 Peperoncino jalapeno
  • Succo di mezzo lime
  • q.b. Sale

Guacamole argentino

  • 3 cucchiai Cipolla (Tritata)
  • 3 Peperoncini (In scatola tritati)
  • 2 Avocado (Grossi, pelati e a dadini)
  • 1 cucchiaio Succo di limetta
  • 1 spicchio Aglio (Tritato)
  • 1 Pomodoro (Pelato, senza semi e a dadini)
  • q.b. Sale
  • q.b. Pepe

Preparazione

Procedimento messicano

  1. Tagliare gli avocado nel senso della lunghezza e con mano ferma ruotare le due parti una nel senso opposto dell’altra per dividere il frutto. Inserire una lama affilata di un coltello nel seme  e tenerlo fermo nel mentre si rotea il mezzo avocado togliendo il nocciolo.

    Estrarre la polpa del frutto con un cucchiaio e spruzzarla immediatamente con il succo di lime per non farla annerire. Con una forchetta ridurre la polpa in crema.

    Tritare finemente la cipolla, il peperoncino jalapeno e il coriandolo. Aggiungere le verdure tritate all’avocado.

    Tagliare a dadini piccoli il pomodoro e aggiungerlo alla salsa. Mescolare e aggiustare di sale a piacimento. Fare riposare la salsa nel frigo per circa un’oretta in modo tale che tutti i sapori si amalgamano tra loro.

    Il guacamole è pronto per essere assaporato su carne, pesce, verdure o semplicemente (come piace a noi) su una fetta di pane fatto in casa!

Procedimento argentino

  1. Inserire nel frullatore tutti gli ingredienti tritati e formare una purea liscia e omogenea. Risultato? Un’ottima salsa vellutata.

  2. BUONA DEGUSTAZIONE!!!

Consiglio

Le dosi indicate sono per 4 persone tenendo presente un avocado ogni due persone, quindi calcolare in più o in meno a seconda delle persone a tavola. Il guacamole si conserva nel frigo per 2/3 giorni chiuso in un contenitore ermetico. Una raccomandazione: utilizzare un guanto quando si maneggia il peperoncino jalapeno in quanto è molto urticante. In assenza del coriandolo si può utilizzare il prezzemolo. Un’idea per utilizzare il guacamole? Tartine con salmone e verdure ottime come aperitivo.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Sandra Bigarelli

Salve a tutti, sono un'appassionata di cucina e in special modo di dolci. Generalmente sono tradizionalista legata alla nostra cucina italiana, ma al tempo stesso non disdegno sperimentare con nuovi ingredienti dedicandomi a paesi orientali e non solo, dove usano spezie dal profumo particolare e dai colori sgargianti. Ho deciso di aprire un blog per avere sempre a portata di mano un mio personale diario riguardante alle ricette o notizie sulla nutrizione e salute, naturalmente parlando ed esponendo d'appassionata e non da addetta ai lavori. Spero che il mio diario vi piaccia e magari lasciate un commento con cui dialogare sugli articoli esposti... ;-) La mia ricetta preferita? La semplicità degli ingredienti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.