FAVE DEI MORTI

Le fave dei morti sono una vera e propria golosità nella quale è davvero difficile resistere. Facili da preparare, questi biscotti sono tipici dell’autunno e diffusi in varie regioni d’Italia con ingredienti e dosi diverse. La mia ricetta s’ispira alla mia regione: l’Emilia Romagna. Le fave dei morti vengono consumati soprattutto in novembre nel periodo della celebrazione dei defunti, esistono vari aneddoti al riguardo: uno di questi in versione molto ridotta, sarebbe che in tal giorno i defunti fanno visita ai loro cari e sul tavolo trovano questi biscotti da mangiare lasciati appositamente per loro.

Per non perdere le mie ricette seguimi su Facebook.

Fave dei morti. Biscotti tradizionali per la celebrazione dei defunti
  • DifficoltàBassa
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di cottura15 Minuti
  • Porzioni30 Biscottini
  • Metodo di cotturaForno elettrico
  • CucinaRegionale Italiana
684,62 Kcal
calorie per porzione
Info Chiudi
  • Energia 684,62 (Kcal)
  • Carboidrati 84,91 (g) di cui Zuccheri 36,66 (g)
  • Proteine 15,67 (g)
  • Grassi 29,71 (g) di cui saturi 6,37 (g)di cui insaturi 4,05 (g)
  • Fibre 5,76 (g)
  • Sodio 33,98 (mg)

Valori indicativi per una porzione di 100 g elaborati in modo automatizzato a partire dalle informazioni nutrizionali disponibili sui database CREA* e FoodData Central**. Non è un consiglio alimentare e/o nutrizionale.

* CREA Centro di ricerca Alimenti e Nutrizione: https://www.crea.gov.it/alimenti-e-nutrizione https://www.alimentinutrizione.it ** U.S. Department of Agriculture, Agricultural Research Service. FoodData Central, 2019. https://fdc.nal.usda.gov

Ingredienti per la preparazione dei biscottini fave dei morti

Le calorie si riferiscono a 100 g di biscotti

  • 200farina 00
  • 100 gmandorle in polvere
  • 100 gzucchero
  • 30 gburro
  • 30 ggrappa (io utilizzo quella di Moscato)
  • 1uovo (medio)
  • 1 bustinavanillina

Strumenti principali per la preparazione

  • 1 Planetaria
  • 1 Bilancia
  • 1 Leccarda con carta forno

Preparazione delle fave dei morti

  1. Nella ciotola della planetaria miscelare per bene la farina di mandorle con lo zucchero, la farina 00 e la vanillina sino a creare un unico composto.

  2. A questo punto aggiungere l’uovo medio (il mio pesava 67g) e la grappa. Azionare la planetaria a velocità media sino a quando tutti gli ingredienti non si sono ben amalgamati tra di loro formando una palla.

  3. Spostare l’impasto sopra a una spianatoia lisciarlo ulteriormente a mano e, a questo punto, formare tante palline schiacciandole leggermente. Riporre le fave sopra a una leccarda rivestita con della carta forno.

  4. Terminare tutto l’impasto. Nel mio caso si sono creati 30 biscotti, ma questo dipende molto dalla dimensione che si vuole dare.

  5. Infornare le fave a 160°C per 15 minuti nel forno ventilato non preriscaldato. In alternativa nel forno preriscaldato per 10 minuti. Se si utilizza il forno statico cuocere a 180°C per il tempo descritto sopra.

  6. Sfornare e lasciarli completamente raffreddare a temperatura ambiente.

  7. Le nostre fave dei morti sono pronte per essere servite con una malvasia dei Colli di Scandiano e Canossa Doc.

    BUONA DEGUSTAZIONE!!!

Consigli

Consiglio di conservare le fave dei morti all’interno di un contenitore emetico per non più di una settimana. Per chi volesse può colorare i biscotti (come ho fatto anch’io) con dei coloranti alimentari in polvere o in alternativa aromatizzarli con dello sciroppo alla menta, alla ciliegia, all’arancia con il quale prendono il rispettivo colore. Si può aggiungere anche del cacao amaro in polvere per chi li volesse al cioccolato: 50 g di cacao in sostituzione a 50 g di farina 00. Consiglio di provare anche la torta alla zucca con glassa al cioccolato fondente.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Sandra Bigarelli

Salve a tutti, sono un'appassionata di cucina e in special modo di dolci. Generalmente sono tradizionalista legata alla nostra cucina italiana, ma al tempo stesso non disdegno sperimentare con nuovi ingredienti dedicandomi a paesi orientali e non solo, dove usano spezie dal profumo particolare e dai colori sgargianti. Ho deciso di aprire un blog per avere sempre a portata di mano un mio personale diario riguardante alle ricette o notizie sulla nutrizione e salute, naturalmente parlando ed esponendo d'appassionata e non da addetta ai lavori. Spero che il mio diario vi piaccia e magari lasciate un commento con cui dialogare sugli articoli esposti... ;-) La mia ricetta preferita? La semplicità degli ingredienti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.