Crea sito

Sarago all’arancia, nuovi sapori nel piatto

Sarago all’arancia, dalla ricetta dell’anatra nasce un’idea per un accostamento del tutto nuovo e devo dire ben riuscito. Arancia amara è quello che ci vuole per questa ricetta, in contrasto con la salinità del sarago, infatti, essa esalta il gusto del pesce. Sale rosso delle Hawaii che con una salinità appena accennata esalta invece la mineralità dell’arancia amalgamando bene i sapori e facendone un piatto da veri gourmet. Il sarago, rigorosamente fresco e pescato nelle acque cilentane, è un pesce che non è facile trovare sui banchi del pescivendolo, infatti, questo è stato preso all’amo da un pescatore sportivo.

  • DifficoltàMedia
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di cottura15 Minuti
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaForno elettrico
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 4Saraghi circa 400 gr
  • 2Arance amare
  • 1Scalogno
  • Sale rosso delle Hawaii
  • Pepe bianco
  • Olio extravergine d’oliva

Preparazione

  1. Puliamo per prima cosa il sarago e togliamo le interiora, con l’apposito attrezzo togliamo le squame, stiamo attenti a farlo bene. Nel caso non abbiamo dimestichezza con la pulizia del pesce, chiediamo al pescivendolo di farlo per noi. Prendiamo 4 fogli di alluminio o carta forno, mettiamo su ogni foglio un filo d’olio di oliva e 3 fettine sottili di arancio, adagiamoci il sarago e mettiamo all’interno di quest’ultimo una fettina di arancia e qualche granello di sale. Tritiamo lo scalogno e aggiungiamone un poco nella pancia, una macinata di pepe bianco e chiudiamo. Mettiamo altre fettine di arancia sopra ogni sarago, qualche granello di sale rosso, una macinata di pepe bianco e finiamo con un filo di olio evo. Chiudiamo il cartoccio che a questo punto è pronto per essere cotto. Abbiamo due possibilità per cuocere questo pesce, la prima è al forno a una temperatura di 160° cottura tradizionale per 20 minuti, oppure se si ha una piastra da fuoco con coperchio a fiamma bassa dopo averla riscaldata bene, per 15 minuti. Trascorso il tempo di cottura, serviamo con il cartoccio ancora chiuso, sarà una sorpresa per i commensali, aprire l’involucro e trovare il sarago così condito.

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.