Fusilli con salsiccia, piselli e cipolla di Vatolla

La cipolla di Vatolla è una varietà il cui nome deriva dal luogo di provenienza, Vatolla, un borgo cilentano molto caratteristico. Questa cipolla fa parte della biodiversità del Cilento ed è un ingrediente storico della Dieta Mediterranea. La cipolla di Vatolla ha due forme caratteristiche, quella a trottola e quella affusolata. Il colore varia tra il paglierino e il rosa tenue mentre all’interno è biancastro con lievi riflessi rosati. Sono cipolle che raggiungono anche il chilo di peso, dipende dalle annate. Ha un gusto molto dolce, uno scarsissimo pungenza e un profumo delicato, poco penetrante. La particolare dolcezza di questa cipolla la rende diversa dalle altre simili per famiglia ed è per questo che ho voluto provarla con la salsiccia cilentana e piselli assolutamente Bio.

  • DifficoltàMolto facile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di cottura15 Minuti
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

400 g fusilli di Felitto
1 salsiccia di suino fresca
1 cipolla di Vatolla
200 g piselli freschi
olio extravergine d’oliva
1/4 vino bianco
sale
pepe

Strumenti

Passaggi

Per prima cosa mettiamo l’acqua per la pasta e nel frattempo tagliamo la cipolla a dadini e grossolanamente, mettiamola in una padella con 4 cucchiai di olio evo e facciamola soffriggere a fiamma bassa, aggiungiamo 2 cucchiai d’acqua e finiamo di stufare per 5 minuti.

Appena l’acqua si asciuga aggiungiamo la salsiccia privata del budello esterno e sbriciolata. Nel frattempo avremo calato anche la pasta dopo aver salato l’acqua di cottura. Continuiamo cuocendo a fiamma vivace per qualche minuto la salsiccia, mescolando spesso,

aggiungiamo ¼ di bicchiere di vino bianco e lasciamo sfumare. Appena l’alcool è evaporato aggiungiamo i piselli, saliamo e pepiamo. Copriamo e facciamo cuocere il tempo che i fusilli diventano al dente. Quando manca qualche minuto alla fine della cottura della pasta, scoliamola e versiamola nella padella, amalgamiamo aggiungendo qualche mestolo d’acqua della pasta. Se piace, serviamo con un pecorino stagionato grattugiato.

2,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.