Frittata di maccheroni, classico piatto da pic-nic

La frittata di maccheroni è il classico piatto che da ragazzo mi portavo in spiaggia quando trascorrevamo giornate intere in spiaggia e le nostre mamme ci preparavano questa magnifica frittata. Una sera d’inverno preso dalla nostalgia e da un piatto di spaghetti rimasto a pranzo, ho voluto rifare questo piatto. Pochi ingredienti ma tutti saporiti, seguite il tutorial per sapere come fare.

  • DifficoltàFacile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di riposo10 Minuti
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

200 g spaghetti (anche già cotti in precedenza)
150 g salame di cinghiale (si può usare qualsiasi salume si ha in frigo)
50 g Grana Padano grattugiato
q.b. sale
q.b. pepe nero
4 uova
1 cucchiaio strutto

Strumenti

Preparazione:

Se non avete avanzi di pasta, che siano spaghetti, linguine o altra pasta lunga, possiamo sempre cuocerla e lasciarla al dente. Passiamola sotto acqua corrente e teniamo a parte.

In una ciotola battiamo 4 uova intere con il grana e aggiungiamo la salsiccia di cinghiale (o altri salumi) a tocchetti

conserviamo 4 fette di salsiccia. Aggiustiamo di sale e una spolverata di pepe nero, amalgamiamo il tutto e versiamo il composto negli spaghetti

In un padellino non troppo grande, io ne ho usato uno di 20 centimetri di diametro, antiaderente mettiamo un cucchiaio di strutto, in mancanza usate pure olio extravergine. Quando lo strutto comincia a sfrigolare versiamoci dentro il contenuto della ciotola

stendiamo bene la frittata nel padellino e fate cuocere per 10 minuti prima di mettere le 4 fette di salsiccia e poi giriamola con l’aiuto di un piatto, continuiamo per altri 8-10 minuti e poi togliamola dal fuoco e mettiamola in un piatto, facciamola intiepidire prima di servirla.

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.