Bietole e fave, un piatto di benessere

Bietole e fave sono un piatto tipico della stagione invernale in quanto questa verdura nasce spontanea solo in questo periodo. La bietola è una verdura molto apprezzata perché contiene vitamine, fibre, acido folico e sali minerali. Le foglie esterne, che sono le più verdi, contengono la maggior quantità di vitamine e carotene. Contiene acido ossalico, quindi non bisogna abusare in quanto l’acido ossalico è un acido relativamente forte che irrita le pareti intestinali, ovviamente parliamo di quantità eccessive di bietola a persona, mentre una porzione normale può portare solo benefici all’organismo. Si può consumare tutta la pianta incluso le foglie e il gambo. Le foglie vengono raccolte quando sono ancora piccole meno di 20 cm.

  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 800 gBietola selvatica
  • 400 gFave sgusciate
  • 1Patata media
  • 1 mazzettofoglie di finocchietto (preferibile selvatico)
  • 1Cipolla bianca
  • Sale
  • Olio extravergine d’oliva
  • Pepe

Preparazione:

  1. Per prima cosa puliamo la bietola lavandola sotto acqua corrente e avendo cura di togliere eventuali residui terrosi, tagliamola grossolanamente e facciamola sbollentare per 5 minuti in abbondante acqua salata. Nel frattempo sgusciamo le fave e teniamole a parte, facciamo lo stesso con la patata. Laviamo anche i rametti di finocchietto selvatico.

  2. Mettiamo sul fuoco una padella, aggiungiamo 5 cucchiai di olio evo e appena caldo aggiungiamo la cipolla tritata, mettiamo le fave e la patata a cubetti appena la cipolla diventa trasparente aggiungiamo le fave e facciamole soffriggere per qualche minuto. Adesso mettiamo le bietole e le foglie di finocchietto selvatico e continuiamo la cottura, aggiustiamo di pepe e di sale. Ricordiamoci di assaggiare sempre per controllare la sapidità che non deve essere eccessiva.

  3. Facciamo cuocere per circa venti minuti avendo cura di girare spesso. Questo piatto, noi lo mangiamo spesso la sera per cena, ma volendo ben si adatta a essere un ottimo contorno per carni. L’importante è servirlo sempre ben caldo!

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.