Frollini caffè e chiodi di garofano

A colazione o con una buona caffè caldo, questo frollini ai chiodi di garofano sono l’ideale pausa per spezzare gli impegni della giornata.

garo1

I chiodi di garofano non sono molto presenti nella mia lista delle spezie preferite.
Non so perché, ma a parte metterli nel vin brulè di inverno, non ho mai pensato al modo migliore di utilizzarli.
Questa volta, complice l’appuntamento mensile con ‘Sedici – l’alchimia dei sapori’, ho osato e ho preparato un caffè aromatizzato proprio con questi profumati boccioli essiccati: nonostante il loro nome, essi non hanno niente a che fare con il fiore del garofano, ma semplicemente nel ricordano la forma una volta pronti per essere utilizzati.
Il profumo dolce e intenso, pepato e fiorito allo stesso tempo, ben si amalgama con la dolcezza della ricotta e la nota agrumata della scorza di limone.
Ma soprattutto arricchisce di note aromatiche il caffè:
io l’ho preparato con la classica moka, ma in Etiopia preferiscono tostare al momento i chicchi verdi del caffè e insaporirlo con spezie quali cannella, zenzero e appunto chiodi di garofano. Oppure per chi preferisce sapori meno amari, le stesse spezie possono essere aggiunte anche al karkadè caldo facendone un ottimo sostituto privo di caffeina.

FROLLINI AL CAFFE’ E CHIODI DI GAROFANO
( per una teglia)

 Per la farcitura:

100 gr ricotta vaccina

scorza di mezzo limone

semi di mezza bacca di vaniglia

30 gr zucchero di canna

Per l’impasto

100 gr zucchero di canna

60 ml caffè forte

7-8 chiodi di garofano

250 gr farina

60 ml olio di semi

30 gr cacao in polvere

Lavorate in una tazza la ricotta con la e i semi della bacca di vaniglia.
Unite poi lo zucchero e lasciate riposare per 15 minuti in frigorifero.
Frantumate i chiodi di garofano aiutandovi con un batticarne e appoggiandovi su carta forno, in modo che nessun pezzo vada perduto. Preparate la moka con il caffè e prima di chiudere il filtro poggiatevi i chiodi di garofano frantumati.
Mentre il caffè sale, setacciate la farina e il cacao in una ciotola. Quando il caffè sarà pronto, dolcificatelo con lo zucchero di canna , aggiungete l’olio e aggiungetelo a poco a poco agli ingredienti secchi. Impastate fino ad ottenere una palla omogenea sia nella consistenza sia nel colore.

Dividete l’impasto in due parti e stendetelo ad uno spessore di 2 millimetri. Con l’aiuto di uno stampino ricavate delle forme tonde, posizionate su metà delle forme una piccola parte di crema alla ricotta. Prendete ora l’altra metà della formine e allargatele leggermente in modo che risultino di poco più larghe rispetto alle prime. Sovrapponete le une alle altre chiudendo bene i bordi perché il ripieno non fuoriesca.
Disponete su una teglia foderata con carta oleata, cuocete in forno già caldo a 180°C per 10-15 minuti.
Io ho preferito lasciarli morbidi, ma se volete potete lasciarli qualche minuto in più.

 garo3 garofano

Precedente Crema di latte al Chiaretto Successivo Involtini spinaci e salmone

2 commenti su “Frollini caffè e chiodi di garofano

  1. Che golosi frollini, Pamela! Grazie per la tua ricetta!
    Devo dire che anche io, prima di Sedici, li usavo davvero poco…invece ora ho trovato tanti spunti curiosi e interessanti! 😀

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.