Crepes alla barbabietola

Le crepes alla barbabietola vi consentiranno di servire in modo insolito un ortaggio così colorato ma a volte non proprio amato da tutti!

crepes alla barbabietolaLa barbabietola si presta ad essere utilizzata in tantissimi modi diversi.
Accompagnata ad una delicata salsa di cipolle bianche vi permetterà di portare in tavola tanto colore e tante verdure in un solo piatto.

CREPES ALLA BARBABIETOLA
( per due persone)

1 uovo medio ( ca 60 gr)

150-170 ml latte

100 gr farina integrale

20 ml olio di sesamo

sale qb

200 gr barbabietola rossa

Per la salsa di cipolle

100 gr cipolla bianca

5-6 chiodi garofano

1 cucchiaino raso di aneto

100 ml latte

1 cucchiaino raso di fecola

sale qb

Mettete nella brocca del frullatore ad immersione l’uovo, il latte e l’olio di sesamo.
Cominciate a sbattere con la frusta elettrica.
Aggiungete poi la farina e un pizzico di sale.
Sbattete per altri 30 secondi fino ad ottenere una pastella densa. Se dovesse servire aggiungete altro latte, dipende tutto dalla farina utilizzata. Fate riposare al fresco.
Pelate la barbabietola, tagliatela in grossi pezzi e fatela lessare in acqua leggermente salata per 10-15 minuti. Quando sarà tenera, toglietela dal fuoco e tritatela grossolanamente nel robot da cucina.
Sbucciate la cipolla e tagliatela finemente.
Mettetela in un pentolino e coprite con acqua fredda, unite i chiodi di garofano e l’aneto e fate lessare per 10 minuti.
Quando la cipolla sarà cotta, trasferitela nel mixer e versatevi il latte in cui avrete stemperato la fecola. Frullate in maniera omogenea.
Rimettete sul fuoco e fate addensare per un minuto.
Tenete da parte.
Ora, riprendete l’impasto delle crepe, e cuocete mezzo mestolo per volta nell’apposita padella. Dovreste ottenere 4 crepe.
Spalmate sulle crepe la barbabietola e arrotolate. Tagliate a fette di circa 4-5 cm e servite accompagnando con la salsa di cipolle fredda.

Precedente Focaccina alle zucchine Successivo Crema piselli e sesamo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.