Girelle salate

Ecco una sfiziosa idea per quando nulla sembra soddisfare l’appetito: girelle salate con le zucchine o più robuste con pancetta e formaggio.

girelle2

Se state leggendo i miei post, immagino siate uomini e donne che si danno da fare in casa.
Persone che amano preparare piatti nuovi ogni giorno, e stupire il proprio compagno/fidanzato/ marito con sapori nuovi e varianti sul tema.
E presumo vi sia anche capitato che una ricetta che a voi piace da morire,
all’altra persone strappi un ‘Nì’ quasi a dire: se proprio non c’è altro, ma non mi fa impazzire.
Se andate oltre i soliti piatti, la cena per due può diventare difficoltosa.
Personalmente preferisco preparare una cena che si uguale per tutti e due,
perchè, colazione a parte, è l’unico pasto che facciamo insieme;
perchè diventa momento di condivisione, di racconto della giornata, di famiglia.
E il fine settimana mi piace proporre qualcosa di sfizioso che dica:
‘Oggi è sabato, niente ufficio, niente occhi puntati sull’orologio, niente mail’.
Far combaciare i nostri gusti non è sempre facile,
perchè lui ama i sapori forti dei salumi stagionati, la pancetta croccante, i sughi importati;
io preferisco le vellutate, le verdure grigliate, i sapori morbidi.
Ma almeno sui lievitati salati ci salviamo: la variante sul tema delle girelle salate ha accontentato entrambi.
Che poi, qualcuna alla pancetta è finita nel mio piatto e qualcuna alle zucchine nel suo!

girelle3GIRELLE SALATE
( per 15 pezzi
adattamento di Pane con grana e pancetta del libro Pane di casa ed. del Baldo)

80 gr pasta madre rinfrescata

50 gr farina 2

300 gr farina 0

8 gr sale fino

40 gr olio extravergine di oliva

250 ml acqua

Per la farcitura

100 gr pancetta steccata

80 gr Grana Padano gratuggiato

1 zucchina grigliata

20 gr semi di sesamo

200 gr crescenza

(Premetto che io l’ho impastata con la macchina del pane,
ma potete benissimo farlo a mano.)
Per prima cosa, mettete nella ciotola della macchina del pane tutta la farina e 150 gr di acqua, avviate la macchina e fate impastare per 5-6 minuti.
Il composto risulterà molto sabbioso ma va bene così.
Lasciate riposare coperto per mezz’ora.
Trascorso il periodo di riposo, aggiungete la pasta madre e l’acqua rimanente.
Riavviate la modalità impasto e regolatevi se aggiungere altra acqua.
Fate impastare fino a che diventi elastica, liscia e si stacchi dalle pareti.
Lasciate riposare 5 minuti.
Aggiungete l’olio e il sale e fate impastare nuovamente fino a che il tutto sia ben amalgamato.
Coprite e fate lievitare fino al raddoppio.
(Personalmente, la tolgo dalla macchina del pane perchè a mio parere scalda troppo e  tende a formare la crosticina sull’impasto.)

Quando l’impasto sarà ben lievitato, rovesciatelo su una spianatoia abbondantemente infarinata, dividetelo in due con il tarocco e cominciate a stendere ciascuna parte a mano, senza l’ausilio del mattarello per non rovinare la lievitazione.
Dovrete ottenere uno spessore di circa mezzo centimetro e una larghezza di 20-25 cm.
Ricoprite la prima parte con il formaggio gratuggiato e le fette di pancetta,
badando che rimanga un bordo libero per facilitare la chiusura.
Arrotolate stretto e tagliate dei tocchetti della larghezza di 3-4 cm.
Disponeteli in uno stampo da muffin o da cupcake in base alle vostre esigenze.
Prendete la seconda parte di impasto, stendete la crescenza e le fette di zucchina grigliate,
terminate spargendo i semi di sesamo.
Trasferite nella teglia da muffin o da cupcake.
Fate lievitare nel forno chiuso fino al raddoppio.

Accendete il forno a 200C°.
Quando sarà caldo, infornate le teglie di roselline e cuocete per 15 minuti in forno statico.
Aprite leggermente lo sportello e continuate per altri 10 minuti.

Sfornate e mangiate calde o tiepide.

girelle4

girelle5

Precedente Geleè al kiwi Successivo Il buongiorno si vede dal mattino

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.