Crea sito

Il microonde

Perché parlare del microonde? Semplicemente perché vorrei dare alcuni consigli che rendano questo elettrodomestico più di un semplice scaldavivande.

Sia che abbiate scelto un forno a microonde normale oppure uno degli ultimi modelli elettronici bisogna sapere che il procedimento della cottura a microonde è semplice, rapido ed efficace ma per ricavare il massimo risultato dovrete però comprenderne i principi. In un forno tradizionale il calore si propaga intorno agli alimenti mentre nel forno a microonde le microonde, simili alle onde radio, penetrano negli alimenti per uno spessore di circa 3/5 cm provocando una vibrazione delle molecole d’acqua. Il calore generato da questa vibrazione permette la cottura a fondo degli alimenti ed è per questo che si associa il grill per le dorature.

Due sono gli accorgimenti da adottare fondamentali : con il microonde gli alimenti continuano a cuocere quando vengono estratti dal forno quindi il tempo di post-cottura è da tenere presente al fine di realizzare correttamente la ricetta inoltre , uno degli inconvenienti maggiori del forno a microonde è l’impossibilità di dorare gli alimenti ed è per questo che c’è la funzione grill.
Nel caso non aveste questa opzione ecco alcuni trucchi per far colorare di alimenti nel forno a microonde: spennellare la carne in più punti con una miscela di burro fuso, paprica e erbe aromatiche , spennellare con due parti di acqua e una di salsa di soia oppure strofinare la carne con il dado.

Vetro…..il mio preferito

Ma uno degli enigmi nell’uso del forno a microonde è sapere quale recipiente poter utilizzare:

I piatti le pentole in vetro da forno in pirex vanno bene per il microonde e spesso sono graziosi e decorativi per presentare la ricetta direttamente in tavola.

La terracotta perfetta per cuocere e per servire

La porcellana può essere impiegata senza rischi non è tutta via consigliabile l’utilizzo di piatti troppo fini e decorati perché potrebbero rovinarsi.

La carta può impegnarsi tranquillamente nel forno a microonde soprattutto quando si riscalda.

Il legno, mentre non può essere impiegato nel forno tradizionale, si può usare tranquillamente per scaldare pane.

Un discorso a parte farei per la plastica, non essendo un materiale che amo utilizzare in cucina, se non strettamente necessario,per il microonde vi consiglio la termo plastica che è più resistere alle alte temperature inoltre potete utilizzare anche la pellicola trasparente meglio quella specifica per microonde che è leggermente più spessa e aderisce perfettamente ai contenitori. In commercio esiste una gamma sempre più vasta di stampi e di piatti in plastica concepiti esclusivamente per la cottura a microonde quindi potete reperirne a volontà . L’utilizzo di materiali e utensili ad hoc facilita il compito e garantisce un risultato sempre ottimo. Per fare la differenza c’è anche la scelta del contenitore più adatto all’alimento che si desidera cucinare. In commercio esistono per esempio specifici contenitori per microonde ideali per la cottura ad esempio del riso o altri tipi di cereali.

pasta al microonde in poco più di 10 minuti: vi sconsiglio di scegliere degli spaghetti o pasta corta. In una pentola adatta al microonde mettete dell’acqua e del sale, impostate il forno a 800 w e aggiungete la pasta, date una mescolata e azionate per 8 minuti, controllate la cottura e prolungate o aggiungete il sugo o il condimento che preferite direttamente in pentola e azionate per un altro minuto, sempre a 800 watt.

riso al microonde, mettete in una pirofila, adatta a questo tipo di cottura, il riso, copritelo con l’acqua ( deve essere il doppio della quantità di riso) in cui avrete messo il sale impostate il forno alla massima potenza e cuocetelo per 10 minuti. Passati i primi 10 minuti (solitamente questo tempo vale per 100 g di riso), togliete l’acqua in eccesso dal riso senza scolarlo completamente e aggiungete del burro. Mescolate bene e ponete nuovamente nel forno per 5 minuti. Terminata la cottura aggiungete un’abbondante manciata di formaggio grattugiato e consumate. Se volete potete aggiungere un sugo a vostro piacere o verdure.

Pollo al rosmarino :per far cuocere il pollo nel microonde è necessario farlo cuocere a pezzetti . Mettere i pezzetti di pollo con aglio e rosmarino tritati e dell’olio extravergine di oliva nella pirofila adatta e azionare per 8 minuti a potenza massima. Girare i pezzi di pollo e infornate nuovamente per circa 5 minuti, coprendo questa volta con della pellicola e se vi pare che la carne si secchi troppo aggiungete qualche cucchiaio di acqua con un po di dado.

Carote lesse: pulisci e lava le carote tagliale a rondelle e mettile in una pirofila adatta al microonde , sovrapponendole il meno possibile, con due o tre cucchiai di acqua, copri la pirofila con il suo coperchio o della pellicola per microonde, aziona alla massima potenza per 3-4 minuti. Non inclinare il coperchio e non bucherellare la pellicola per lasciare fuoriuscire il vapore. L’acqua deve rimanere intrappolata all’interno del recipiente per lessare le carote. Controlla se pronto se no aziona ancora e condisci con olio o burro.

Mug cake o torta in tazza nel microonde: mescolare in un contenitore :2 cucchiai di farina 00,2 cucchiai di zucchero a velo vanigliato o normale,1 cucchiaio di cacao amaro,1 cucchiaino di olio di semi di girasole o arachide,3 cucchiai di latte,1 uovo,1 pizzico di lievito per dolci, poi versare in due tazze e fai cuocere nel micronde a 800 watt per 3 minuti coperto con della pellicola. Decora con una spolverata di zucchero a velo.

Pubblicato da Chiara Sanguineti

La casa della mia famiglia si trova in una caratteristica zona collinare a breve distanza da sestri levante ribattezzata da H.C.Andersen la “città dei due mari”La passione per la cucina mi accompagna fin dalla più tenera età, le nonne mi hanno lasciato dei ricordi indelebili che ritornano alla mente ogni volta che mi trovo in cucina dove la mia fantasia si fonde con i profumi e i ricordi di una vita. Per saper cucina però non è sufficiente la passione o la memoria ma è importante conoscere gli ingredienti e le tecniche di preparazione, la mia priorità in questo blog è solo quella di aiutare chi non ama cucinare a concretizzare ricette veloci e che rendano fiere di sè chi le ha realizzate.