Spaghetti al gusto bagna cauda

La “Bagna cauda” è una piatto tipico del Piemonte, mi ricorda l’infanzia e le cene in famiglia passate a gustare questa prelibatezza. Viene preparata con acciughe, olio, aglio e latte e serve principalmente per pucciarci dentro un mix variegato di verdure cotte o crude del periodo principalmente autunnale. Si tratta soprattutto di patate, cipolle, peperoni, cardi e ciapinabò (conosciuto ai più come topinambur)

  • Preparazione: 30 Minuti
  • Cottura: 10 Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 4 persone
  • Costo: Basso

Ingredienti

  • spaghetti (di pasta di Gragnano) 280 g
  • Peperoni (gialli, rossi e verdi) 200 g
  • Acciughe sott'olio 50 g
  • Semi di cumino 1/2 cucchiaino
  • Olio di oliva q.b.
  • Sale q.b.
  • Aglio 1 spicchio

Preparazione

  1. Pulire i peperoni togliendo la parte interna e tagliarli a quadratini.

    In una padella con un po’ d’olio e lo spicchio di aglio, aggiungere le acciughe e i peperoni e fare cuocere per circa 5 minuti.

    Fare cuocere gli spaghetti in abbondante acqua salata, a metà cottura scolarli e farli saltare in padella con il condimento.

    Se risulta troppo asciutto aggiungere l’acqua di cottura della pasta.

Note

Per vedere altre ricette con la “Bagna cauda” :

Risotto alla “Bagna cauda”

Precedente Spatzle alla zucca con salsa di sedano Successivo Trofie pesto alla genovese, pomodoro e prosciutto cotto

Lascia un commento