Pan di spagna ripieno di gelatina di arance e crema al limone

Il Pan di spagna ripieno di gelatina di arance e crema al limone, un dolce davvero delizioso, da preparare per San Valentino, per un compleanno, per una persona a cui volete bene. Soffice, morbido, con il gusto degli agrumi che lo rende ancora più goloso, un modo per rendere felice una persona a cui tenete.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA
  • DifficoltàFacile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione1 Ora 30 Minuti
  • Tempo di riposo12 Ore
  • Tempo di cottura50 Minuti
  • Porzioni8/10 persone
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

Per la preparazione del Pan di Spagna

4 uova
150 g zucchero
1 pizzico sale fino
70 g farina 00
70 g amido di mais (maizena)
1 bustina vanillina (da gr. 0,4)
q.b. farina 00 (per infarinare lo stampo)
q.b. burro (per imburrare la teglia)

Per la preparazione della gelatina di arance

350 g succo d’arancia
9 g gelatina in fogli
q.b. zucchero (facoltativo)

Per la preparazione della crema al limone

1 scorza di limone (ho usato la buccia edibile di un limone da gr. 270)
2 tuorli
60 g zucchero
45 g fecola di patate
250 ml latte
1/2 scorza di limone (la buccia grattugiata di mezzo limone)

Per la bagna

4 cucchiai limoncello
4 cucchiai acqua
4 cucchiaini zucchero

Per assemblare la torta

q.b. codette colorate (e palline di zucchero colorate)
2 ostia (in fiori)
3 ostia (in foglie)
q.b. cioccolato (in palline nere e cuoricini bianchi)
7 ciliegie candite

Strumenti

Passaggi

Per la preparazione del Pan di Spagna

Utilizzate uova a temperatura ambiente. Mettete in un mixer con le fruste le uova, lo zucchero, il sale e montate per circa 20 minuti, il composto deve risultare gonfio, spumoso e quando ne prendete una parte e la lasciate cadere sulla superficie non deve affondare, ma lasciare una striscia.

A questo punto setacciate due o tre volte le farine per farle prendere aria e aggiungetele insieme alla vanillina al composto di uova. Mescolate molto delicatamente con una leccarda, fino ad amalgamare bene gli ingredienti. Imburrate e infarinate una teglia per budino del diametro di cm. 9 alla base e di cm. 18 sui bordi, versate il composto al suo interno, facendo attenzione a non sbatterla, per non fare fuoriuscire l’aria. Infornate a 160-170° per circa 45/50 minuti. Fate sempre la prova dello stecchino.

Toglietelo dallo stampo e fate raffreddare.

Per la preparazione della gelatina di arance

Lavate le arance, spremete il succo con uno spremiagrumi. Mettete i fogli di gelatina ad ammorbidirsi in acqua fredda per qualche minuto. Fate scaldare in un bicchiere una parte del succo (io di solito uso il microonde per pochi secondi), strizzate la gelatina e mettetela nel bicchiere con il succo tiepido, mescolate fino a farla scioglierla del tutto.

Ora aggiungete questo succo al restante, mescolate e versate il tutto in una teglia del diametro di cm. 22 precedentemente ricoperta da pellicola trasparente. Fate raffreddare per tre o quattro ore in frigo, meglio se per tutta la notte. Io non ho aggiunto zucchero, ma se vi piace più dolce potete metterlo.

Per la preparazione della crema al limone

Lavate il limone, togliete la buccia (io ho usato un pelapatate), avendo cura di non arrivare alla parte bianca, che risulterebbe amara. In un pentolino mettete il latte e le bucce, fate scaldare a fuoco medio, senza però farlo giungere a bollore. Nel frattempo in una terrina sbattete con una frusta i tuorli con lo zucchero, fino ad ottenere un composto spumoso.

Ora aggiungete la fecola di patate e sbattete sempre con la frusta, fino ad amalgamare bene gli ingredienti.

A questo punto versate il latte caldo nel composto di uova (per evitare che le bucce cadano nella terrina usate un colino), mescolate per bene, rimettete di nuovo nel pentolino sul fuoco e fate cuocere a fuoco medio/basso per qualche minuto, mescolando spesso. Io ho aggiunto anche la scorza grattugiata di mezzo limone per dare più gusto.

A questo punto mettete la crema in un contenitore, copritela con pellicola trasparente per evitare che si formi una crosta dura in superficie, lasciate raffreddare per qualche ora. Se possibile lasciatela in frigo a rassodare tutta la notte.

Per la bagna

In una scodellina mettete il limoncello, l’acqua e lo zucchero, mescolate fino a fare amalgamare bene gli ingredienti.

Per assemblare la torta

Se necessario livellate la parte superiore della torta, in modo da poterla sistemare comodamente su di un piatto. Tagliate la torta in tre parti, con un pennello da cucina imbevete gli strati tagliati da entrambe le parti (tenete un pò di bagna da parte per il tocco finale). Posizionate lo strato inferiore (quello più largo) su di un piatto, giratelo sopra la gelatina, ribaltate la teglia e poi rifilate con un coltello la parte gelatinosa in modo che coincida con i bordi della torta.

Posizionate sopra il secondo strato e con una siringa provvista di una bocchetta a stella, ricopritelo di crema al limone. Volendo potete anche fare due strati di crema, sarà più golosa (tenete un pò di crema da parte per il tocco finale). Coprite il tutto con il terzo strato.

Ora procedete con la decorazione. Spalmate un pò di bagna sulla superficie e sui bordi, nella parte più sporgente. Posizionate una formina a forma di cuore sulla superficie e riempitela con palline colorate di zucchero. togliete la formina e sempre con la siringa e la crema al limone ricalcate il contorno.

Sui bordi prima inzuppati, fate aderire con le mani delle palline colorate di zucchero.

Completate con fiori e foglie di ostia, ciliegie condite, ciuffetti di crema al limone, cuoricini e palline di cioccolato.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA
OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Suggerimenti, consigli

Pan di spagna ripieno di gelatina di arance e crema al limone

Se vi è piaciuto il Pan di spagna ripieno di gelatina di arance e crema al limone, provate alcune delle ricetta per San Valentino che potete trovare nel blog, ma ce ne sono tante altre:

Brunch di San Valentino 2021

Brunch di San Valentino

Torta di sfoglia a cuore con fragole e mele

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da chiwawa69

Sono una mamma, lavoro e cerco di incastrare tutte le attività che giornalmente si presentano, come credo cerchino di fare la maggior parte delle mamme lavoratrici!!

Lascia un commento