Dal Piemonte: la Bagna Cauda

Ecco un’altra ricetta tipica della mia regione, Dal Piemonte: la Bagna Cauda è un piatto delizioso a base di aglio, latte e acciughe. Una salsa che si accompagna con diverse verdure: dai ciapinabò (il tubero chiamato topinambur in italiano) ai cardi bolliti, dalle patate lesse alla verza cruda, dai peperoni sotto raspa alle cipolle bollite, dalle patate lesse ai peperoni arrosto. Questa è la ricetta che preparava mia Nonna Teresa, tramandata poi a mio Zio Giuseppe e a mia mamma.

  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione40 Minuti
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Porzioni6 person
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaRegionale Italiana

Ingredienti

  • 400 gAcciughe (alici) fresche (pulite equivalgono a circa gr. 200)
  • 200 gAglio pulito (sono circa 10 teste d’aglio)
  • 800 gLatte
  • 250 gOlio di oliva
  • 800 gpatate pulite
  • 600 gCipolle rosse
  • 200 gCarote
  • 2Peperoni sotto raspa
  • 2Peperoni arrostiti
  • 10 foglieVerza cruda
  • 10 foglieInsalata

Preparazione

  1. Come prima cosa, visto che è la più lunga, iniziate con il pulire le acciughe.

    Lavatele sotto l’acqua per togliere il sale in eccesso e poi pulitele per bene dalle lische.

    Asciugatele con un tovagliolo e mettetele da parte.

  2. Preparate anche le verdure cotte.

    Questa volta ho scelto patate, cipolle e carote: lavatele e pulitele, poi fatele cuocere nella pentola a pressione per una ventina di minuti circa.

  3. Ora procedete con il pulire per bene l’aglio, togliere l’anima da ogni spicchio e tagliarlo a pezzetti non troppo piccoli.

  4. Ora mettete l’aglio a pezzi in una terrina, ricopritelo con gr. 500 di latte e lasciatelo a bagno per una decina di minuti.

  5. Passato il tempo, con le mani prendete l’aglio dal latte, strizzatelo leggermente e mettetelo in un tegame di terracotta.

    Buttate il latte in cui l’aglio ha riposato.

  6. Accendete il fuoco a fiamma media, aggiungete i restanti gr. 300 di latte che dovrà ricoprire l’aglio e fate cuocere per circa 20 minuti.

  7. Trascorso il tempo, il latte sarà stato quasi del tutto assorbito dall’aglio e l’aglio sarà diventato morbido da poterlo schiacciare con la forchetta.

    Riducetelo in crema.

  8. Adesso aggiungete le acciughe, fatele sciogliere ed amalgamatele con l’aglio.

  9. Alla salsa aggiungete l’olio e continuate a cuocere per un’altra decina di minuti, finché gli ingredienti non si saranno ben amalgamati tra loro.

    Se necessario schiacciate ancora con la forchetta per sminuzzare ancora di più sia l’aglio che l’acciuga.

  10. Servite la Bagna Cauda in piccole ciotoline accompagnata dalle verdure bollite, quelle crude (come la verza e l’insalata), dai peperoni arrostiti e da quelli sotto raspa.

Suggerimenti/consigli

Per servire la Bagna Cauda esistono apposite ciotoline con alla base una fessura nella quale si può inserire una candela, che una volta accesa terrà la salsa sempre in caldo.

Togliere l’anima all’aglio e lasciarlo a bagno nel latte lo renderà più digeribile.

In questa ricetta ho usato alcune verdure, ma potete anche aggiungere ciapinabò (il tubero chiamato topinambur in italiano), cardi bolliti, barbabietole cotte a vapore.

Vi consiglio di non usare l’olio extra vergine di oliva, in quanto il gusto risulterebbe troppo pesante.

Per preparare i Peperoni sotto raspa, potete consultare la ricetta cliccando qui.

Se vi è piaciuta la ricetta Dal Piemonte: la Bagna Cauda, consultate anche le altre ricette piemontesi:

Carne cruda di vitello (tartare)

Ravioli ripieni di verza di Nonna Teresa

Involtini di verza al forno

I miei canali Social!

Per non perdere nessuna ricetta potete seguirmi anche su :

InstagramPinterest;

Se vi va mettete un like alla mia pagina di Facebook  

/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente Tortino con salmone, zucchine grigliate e panna Successivo Panciottini di patate ripieni di prosciutto e scamorza

Lascia un commento