Crea sito

Panna

Tiramisù, a modo mio.

Il tiramisù è un delizioso dolce al cucchiaio famossissimo in tutto il mondo: chi non lo conosce?!
Io vi propongo la mia personalissima ricetta del tiramisù.

INGREDIENTI PER 6/8 PERSONE:
2 confezioni di pavesini
4 tuorli
3 albumi
250 gr. di mascarpone
4 cucchiai di zucchero
6 tazzine di caffè freddo (circa)
2 cucchiai di crema di cioccolato e nocciole (di quella buona)
200 ml. di panna
20 gr. di zucchero a velo
gocce di cioccolato fondente q.b.
cacao amaro in polvere

Per prima cosa iniziare a preparare le creme per il tiramisù: montare a neve fermissima gli albumi con un pizzico di sale, montare i tuorli con lo zucchero fino a quando saranno chiari e cremosi, montare la panna con lo zucchero a velo e lavorare con una frusta il mascarpone fino ad ottenere una crema liscia.
Aggiungere alla crema di mascarpone il composto di tuorli e zucchero sbattendo con le fruste elettriche.
Unire alla crema di mascarpone e uova gli albumi montati a neve mescolando delicatamente dall’alto verso il basso per evitare che il tutto si smonti.
A questo punto dividere la crema ottenuta in due parti uguali aggiungendo a una di queste la crema di cioccolato e nocciole.
Aggiungere alla panna montata una manciata di gocce di cioccolato fondente.
Iniziare a comporre il tiramisù stendendo uno primo strato di crema al mascarpone e cioccolato sul fondo di una teglia.
Sistemare sullo strato di crema al cioccolato i pavesini bagnati nel caffè e coprirli con una strato di crema al mascarpone.
Procedere con un altro strato di pavesini bagnati nel caffè e ricoprirli con la panna e le gocce di cioccolato.
Aggiungere un altro strato di pavesini bagnati nel caffè coprendoli con la crema al mascarpone e cioccolato.
Procedere con l’ultimo strato di pavesini bagnati nel caffè e termiare con l’ultimo strato di crema al mascarpone.
Spolverizzare il tiramisù con un po’ di cacao amaro in polvere (senza esagerare) e docorare a piacere.
Lasciar riposare il tiramisù per un paio di ore nel frigorifero.
Servire il tiramisù con un buon calice di moscato fresco.

[banner network=”altervista” size=”300X250″]
[banner network=”altervista”]

Profiteroles al pistacchio.

I profiteroles al pistacchio sono un’ottima alternativa a quelli classici.
L’abbinamento tra la crema di pistacchio, usata per farcire i profiteroles, e il cioccolato fondente è davvero delizioso.

INGREDIENTI PER CIRCA 25 PROFITEROLES:
25 bignè già pronti (se, invece, li volete fare in casa la ricetta la trovate QUI)
250 gr. di crema ai pistacchi

5000 ml. di panna
200 gr. di cioccolato fondente
zucchero q.b. 

Montare 200 ml. di panna con un cucchiaio di zucchero a neve ben ferma.
Stemperare la crema di pistacchio con 50 ml. di panna.
Preparare la crema con cui farcire i profiteroles amalgamando con delicatezza, mescolando dall’alto verso il basso, la crema di pistacchio con la panna montata.
Farcire i bignè con la crema di pistacchio e panna aiutandosi con un sac a poche.
Sistemare i profiteroles in un piatto da portata.
Preparare la salsa al cioccolato sciogliendo a bagno maria il cioccolato fondente con 250 ml. di panna.
Versare la salsa di cioccolato sui profiteroles e far riposare in frigo qualche ora.

[banner network=”altervista” size=”300X250″]
[banner network=”altervista”]

Torta fredda allo yogurt.

La torta fredda allo yogurt è un dolce ideale per l’estate.
Fresca e senza bisogno di cottura è una vera delizia per chi non riesce a fare a meno dei dolci anche nella stagione più torrida dell’anno.
La torta allo yogurt è facilissima da preparare e permette tantissime varianti a seconda dei propri gusti (yogurt alla frutta, alla vaniglia, al caffè…).
Fino ad ora ho provato la torta fredda allo yogurt al naturale e la torta fredda allo yogurt al caffè con gocce di cioccolato fondente.

INGREDIENTI PER UNO STAMPO DA 16/18 CM.:
150 gr.di biscotti tipo Digestive

75 gr. di burro
470 gr. di yogurt intero cremoso al naturale o al caffè  
200 ml. di panna da montare
1 cucchiaio di zucchero
4 cucchiai di latte

8 gr. di colla di pesce
1 manciata di gocce di cioccolato fondente (per la variante al caffè) 

Tritare finemente al mixer i biscotti e mescolarli con il burro fuso.
Versare il trito di biscotti e burro sul fondo di uno stampo a cerniera, con il bordo foderato di carta forno, compattando per bene.
Far rapprendere il fondo biscottato per circa mezz’ora in frigo.
Mettere in ammollo la colla di pesce per dieci minuti in acqua fredda.
Intanto montare a neve ben ferma la panna con lo zucchero e incorporarla alla yogurt mescolando delicatamente dall’alto verso il basso.
Sciogliere la colla di pesce ben strizzata nel latte tiepido e aggiungerla alla crema di panna e yogurt mescolando delicatamente.
Nel caso della torta allo yogurt al caffè aggiungere una manciata di gocce di cioccolato fondente.
Versare la crema allo yogurt e panna sul fondo biscottato e far riposare in frigo per un paio di ore.
Decorare a piacere la torta fredda allo yogurt e servire.

Torta fredda allo yogurt: versione classica.

 Torta fredda allo yogurt: versione al caffè con gocce di cioccolato fondente.

[banner network=”altervista” size=”300X250″]
[banner network=”altervista”]

 

Cheesecake al basilico.

Il cheesecake è un dolce a base di crema al formaggio tipico della cucina newyorkese.
Ne esistono moltissime versioni dolci…ma anche salate!
Io vi propongo la mia versione salata del cheeesecake arricchita da un prodotto tipico dell’estate: il basilico.
Il, poi, è un piatto ideale per la stagione estiva: fresco e senza bisogno di cottura! Meglio di così…

INGREDIENTI PER UNO STAMPO DA 16 CM.:
100 gr. di crackers
40 gr. burro
100 ml. di panna
100 gr. ricotta
200 gr. philadelphia
2 fogli di colla di pesce
1 mazzetto di basilico
parmigiano q.b.
sale q.b.
pepe q.b.
50 gr. pinoli
50 gr. pistacchi

Preparare la base del cheesecake tritando finemente al mixer i crackers e impastandoli con il burro fuso a fuoco dolce.
Versare il composto ottenuto sulla base di uno stampo a cerniera e compattarlo per bene.
Far riposare in frigo per circa mezz’ora.
Preparare la crema al formaggio del cheesecake montando la panna, mescolandola alla ricotta e al philadelphia (mescolare dal basso verso l’alto con delicatezza per non smontare la panna) e unendo al composto sale, parmigiano, pepe e basilico tritato finemente.
Aggiungere alla crema di formaggio la colla di pesce sciolta in un po’ di panna calda.
Versare la crema di formaggio nello stampo livellando per bene.
Far riposare il cheesecake in frigo per un paio di ore.
Decorare il cheesecahe con pinoli e pistacchi tritati grossolanamente.
Servire il cheesecake con un’insalata di patate e fagiolini o un’insalata di pomodorini ciliegia, olive nere e capperi.


[banner network=”altervista”]

Bignè con crema di mascarpone e cioccolato.

Bignè con crema di mascarpone e cioccolato: piccole delizie finger food per deliziare i palati più golosi.
Facili e veloci da preparare questi bignè sono ideali se si hanno ospiti e si ha poco tempo o per una romantica cenetta di coppia.

INGREDIENTI PER 10/15 BIGNE’:
10/15 bignè vuoti già pronti
 100 ml. di panna
125 gr. di mascarpone
2/3 cucchiaini di cacao amaro in polvere
zucchero a velo q.b.
cuoricini di cioccolato bianco q.b.

Iniziare a montare, in una ciotola di vetro (la panna monterà prima e meglio), con le fruste elettriche la panna con 10 gr. di zucchero a velo.
Circa a metà preparazione aggiungere il mascarpone, il cacao in polvere e altro zucchero a velo (evitare di fare una crema troppo dolce con il rischio di nauseare al secondo bignè i commensalo) continuando a montare il composto fino a quando gli ingredienti saranno ben amalgamati tra loro.
Far riposare la crema in frigorifero per almeno mezz’ora.
Tagliare le calottine di 10/15 bignè tenendole da parte.
Svuotare i bignè con un cucchiaino, farcirli con la crema aiutandosi con una siringa per dolci o un sac a poche e ricomporli con le calottine tenute da parte.
Decorare i bignè con cuoricini di cioccolato bianco.
Conservare in frigo per 3/4 ore in modo che la crema si rapprenda per bene e i bignè si ammorbidiscano.
Gustare i bignè con crema di mascarpone e ci0occolato con un buon bicchiere di moscato fresco.

[banner network=”altervista” size=”300X250″]