Crea sito

Verza stufata

La verza stufata è un ottimo contorno della stagione fredda facile da preparare per accompagnare secondi di carne, soprattutto di maiale, o formaggi, è buona anche con della polenta grigliata.

  • DifficoltàMolto facile
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaFuoco lento
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 1 cespoVerza
  • 1 spicchioAglio
  • 1Peperoncino
  • q.b.Olio di oliva
  • q.b.Sale
  • 1/2Bicchiere di vino
  • 1 bicchierinoAceto
  • q.b.Acqua

Preparazione

  1. Iniziate eliminando le foglie esterne della verza e tagliatela finemente a nastro, (tagliate a metà la verza eliminate il gambo incidendolo), procedete a tagliarla in orizzontale per ricavarne tante striscioline, sciaquatela sotto l’acqua corrente e lasciate sgocciolare.

  2. In una padella capiente preparate un fondo di cottura con un filo di olio, l’aglio, il peperoncino e fatelo scaldare.

  3. Versate la verza nel fondo, dopo averla fatta insaporire con l’olio sfumate con l’aceto e il vino, fate evaporare la parte alcolica e coprite con un coperchio, lasciate cuocere a fiamma bassa per 20 minuti.

  4. Controllate di tanto in tanto la cottura, se il fondo si asciuga troppo aggiungete un po’ di acqua.

  5. Aggiustate di sale e fate cuocere per altri 10 minuti.

Consiglio e varianti

La verza stufata può essere conservata chiusa in un contenitore ermetico per 2 giorni in frigorifero.

Potete preparare il fondo di cottura anche con la cipolla, o aggiungere all’aglio un alice sottosale per un gusto più saporito.

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.