Fashion & Gourmet… con Charme!

1467424_573133286075701_1659608587_nMetti una bella serata autunnale sui castelli romani, a Marino…. metti una location suggestiva e magica con un panorama mozzafiato come il Grand Hotel Helio Cabala… i profumi dei boschi limitrofi che …. Ecco questa era la cornice dell’ultimo evento a cui mi ha invitato la chef Eleonora Cesarini, maestra di finger food.

Questa volta però c’era anche un’altra occasione ghiotta… la sfilata della nuova collezione del marchio di alta moda Charme di Cristina Isacco, piacevolissima e raffinata signora che ho avuto il piacere di conoscere. Siamo arrivate prima degli altri invitati perché mia figlia Beatrice era tra le modelle e quindi mi sono goduta il backstage del trucco e parrucco e l’assegnazione degli abiti. Stare dietro alle quinte di una sfilata è sempre divertente, si vive l’attesa, l’emozione di indossare tessuti preziosi che andranno interpretati in passerella. Anche la scelta delle musiche è importante ed in questo caso la signora Cristina aveva selezionato sonorità degli anni 50 che ben si intonavano allo spirito della collezione. E’ stata deliziosa anche Eleonora Cesarini che ha fatto preparare una cena leggera per le ragazze: un ottimo piatto di pasta composto da una mezza porzione di cacio e pepe e l’altra metà di fettuccine ai porcini.

Vincitore del corso di finger food
Vincitore del corso di finger food
La serata si è svolta con la solita classe ed eleganza che contraddistinguono gli eventi di Eleonora. Una cena con finger food dà la possibilità di assaggiare tante pietanze, conversare piacevolmente senza stare obbligatoriamente al tavolo. Dietro ad un buffet così ben imbandito, c’è un lavoro immane prima di tutto perché sono piatti d’eccellenza curati nei minimi particolari, perfetti equilibri tra profumi,  consistenze e geometrie, che non hanno nulla da invidiare a cene tradizionali ed inoltre basti pensare che porzionare 9 pietanze in almeno 200 parti e 6 dolci per ulteriori 200 arriviamo a 3000 finger food…. Impressionante, no? E il risultato finale è stato perfetto anche nell’esecuzione del servizio, un buffet ordinato senza calche con persone sorprendentemente educate. Anche i vini serviti dal cortese sommelier erano stupendi che trovavano perfetti abbinamenti con i cibi. Ho assaggiato un vino liquoroso con le visciole che mi ha particolarmente colpito, il Sollucchero del quale vale la pena approfondire la conoscenza http://www.sollucchero.it/it/ilprodotto.asp 

All’entrata agli invitati era stato consegnato un piacevolissimo gadget con un numero, a fine serata sono stati estratti 3 premi: un corso di finger con Eleonora Cesarini, un soggiorno di un we al Grand Hotel Helio Cabala e un viaggio offerto da un agenzia di viaggi sponsor dell’evento. Bellissima serata, veramente memorabile! …. Mi viene in mente l’Autunno di Vivaldi

Marino, 16 novembre 2013

Il Sollucchero
Il Sollucchero

Print Friendly, PDF & Email