Brasato al Barolo

Questa è una ricetta classica che i miei figli adorano e ne mangiano a quantità industriali. Ci vuole un pochino di pazienza nella preparazione ma non è laboriosa, in un certo senso si prepara da sola basta lasciargli tempo.. Se scegliete tagli piuttosto magri come il controgirello o il piccione, è meglio lardellarli preparando un battutto di lardo condito con sale e rosmarino, praticate delle piccole incisioni sulla carne, allargatele con un dito e riempitele con il battuto. Si possono anche utilizzare dei tagli meno pregiati come lo scamone o la sottopaletta (cappello del prete)  con degli ottimi risultati e senza lardellatura.

Brasato al Barolo con topinambour trifolati e carote julienne
Brasato al Barolo con topinambour trifolati e carote julienne

Carne di manzo kg. 1,5

Barolo l.1

Una cipolla

Due coste di sedano

Una carota

2 foglie di alloro

2 chiodi di garofano

Uno spicchio di aglio

Qualche grano di pepe

Un pizzico di cannella

Sale

Olio

Preparazione

Legate la carne con uno spago e mettetela in una terrina, versate il vino, le verdure tagliate e tutte le spezie. Copritela con la pellicola trasparente e riponete in frigo per tutta la notte  (a dire il vero la lascio fino al pomeriggio successivo quando rientro dall’ufficio).

Prendete un tegame largo versate qualche cucchiaio di olio evo e fatelo scaldare. Poi prendete la carne e tiratela fuori dalla marinatura, tamponatela per asciugarla un pochino e poi fatela rosolare bene nell’olio caldo cauterizzandola da tutti i lati con attenzione. A questo punto scolate le verdure e unitele alla carne. Continuate a far rosolare tutto e poi aggiungente il vino poco alla volta. Ora si passa ad una cottura dolce e lenta per minimo 2/3 ore, dipende anche dalla grandezza della carne, lasciandola coperta per non far evaporare il liquido troppo velocemente che si deve restringere poco per volta. Il trucco è tutto qui. Passato questo tempo, tirate fuori la carne e fatela raffreddare un pochino quindi tagliatela a fette. Tritate tutte le verdure del tegame con il frullatore ad immersione e otterrete una salsa deliziosa. Riponete le fette di carne nel tegame e lasciate riposare una 20 di minuti prima di servire a tavola. E’ ottimo anche il giorno dopo, anzi forse di più. Lo lascio pronto ai ragazzi per il pranzo quando tornano da scuola. Buon appetito!

 

Print Friendly, PDF & Email